smemoranda.it
twitterfacebookiPhone e Androidrssyoutube
magicland.it
 Smemoranda
 
Home
La nostra storia
Lo staff
Frequenze
Pubblicita'
Programmi
Contatti
 Regolamento Giochi
Policy Privacy
 
live
live
 
DEDICA SMS 388.093.93.93
DEDICA SEGR. TEL. 06/92.83.421
 radio
Previsioni
del traffico ANAS
 Trovacinema
 Foto
 studio93rss
 Che tempo fa
 Newsletter
 Music Links
 Info Concerti

Altre Notizie
Dalla Regione Lazio un sostegno alle famiglie per le spese degli asili nido.
08-03-2011stampa invia pdf
Nella giunta straordinaria per la festa della donna, il governo Polverini ha approvato su proposta dell'assessore alle politiche sociali, Aldo Forte.

Dalla Regione Lazio un sostegno alle famiglie per le spese degli asili nido. Nella giunta straordinaria per la festa della donna, il governo Polverini ha approvato su proposta dell'assessore alle politiche sociali, Aldo Forte, la delibera che stabilisce i criteri e le modalità con cui verranno utilizzati i 2 milioni di euro del fondo ministeriale delle Pari opportunità. "Grazie a questo provvedimento - ha spiegato Forte - rimborseremo attraverso i Comuni, che a stretto giro pubblicheranno i bandi, le spese sostenute dalle famiglie per permettere ai loro figli di frequentare un asilo nido privato o un servizio alternativo autorizzato, nel periodo compreso tra settembre 2010 e luglio 2011". A beneficiare di questo contributo saranno i nuclei familiari con un reddito Isee annuo inferiore o uguale ai 25 mila euro, inseriti per l'anno educativo 2010-2011 nelle liste di attesa di un nido comunale o che vivono in un comune che ne è privo.

A queste verrà erogato un solo contributo, indipendentemente dal numero di figli che frequentano il nido, e potranno ricevere un massimo di cento euro mensili, fino a un importo totale di mille euro, a seconda delle spese sostenute".

I due milioni di risorse disponibili sono stati assegnati per il 50 per cento al Comune di Roma e per il restante 50 ad altri venti comuni del Lazio in possesso di due requisiti: la presenza sul loro territorio di più di 800 bambini con un'età compresa tra zero e tre anni e un indice di copertura del servizio pubblico inferiore al nove per cento del fabbisogno. Sulla base di questi requisiti, i Comuni assegnatari del contributo sono risultati: Alatri, Aprilia, Cisterna, Fondi, Formia, Latina, Albano, Anzio, Ardea, Civitavecchia, Fonte Nuova, Guidonia Montecelio, Ladispoli, Marino, Monterotondo, Nettuno, Pomezia, Tivoli, Velletri, Cerveteri. A ciascuno di questi è stata assegnata la somma di 50 mila euro.

"D'altronde, per rafforzare il ruolo della donna nella società - ha dichiarato Forte - è necessario garantirle l'opportunità di avere un figlio e costruirsi una famiglia, senza per questo dover rinunciare al proprio lavoro. Gli asili nido, da questo punto di vista, rappresentano un grande aiuto. Purtroppo, però, alcuni territori della nostra regione ne sono carenti e, in molti casi, solo con grandi difficoltà le famiglie riescono a sostenere le spese di una struttura privata. In attesa, quindi, della prossima apertura dei nuovi nidi pubblici che abbiamo finanziato con 25 milioni di euro, questo provvedimento - ha concluso - offre una risposta immediata al problema".

facebook

 

  Home Page | News | Storia | Pubblicitá | Newsletter | Contatti |
  © Studio 93 2003 E' vietata la riproduzione, anche parziale, dei contenuti
e delle immagini senza autorizzazione.
  Web Design by Diction