180mila euro per le scuole di Priverno

Archivio Altre Notizie  

Pubblicato 17-07-2019 ore 18:48  Aggiornato: 24-07-2019 ore 17:48

La Direzione Inclusione Sociale, dell’Area Politiche per l’Inclusione della Regione Lazio, con Detrminazione n. G08791 del 28/06/2019, ha pubblicato la graduatoria dei progetti finanziati nell’ambito dell’Avviso pubblico relativo ai “Contributi per interventi di carattere edilizio finalizzati all’adeguamento tecnico-impiantistico, all’efficientamento energetico ed alla messa in sicurezza statica delle scuole per l’infanzia ed asili nido di proprietà comunale”, ai sensi del “Decreto legislativo 13 aprile 2017, n.65. “Destinazione delle risorse per l’annualità 2018 del fondo nazionale per il sistema integrato dei servizi di educazione e istruzione dalla nascita sino a sei anni ai Comuni del Lazio”.

Grazie ad un buon Progetto, il Comune di Priverno si è posizionato al 12° posto della graduatoria con un finanziamento concesso di 180.000 euro ai quali se ne aggiungono altri 20.000, impegnati dallo stesso Comune quale quota di cofinanziamento.


Un beneficio che stavolta toccherà con mano la SCUOLA DELL’INFANZIA DI MADONNA DEL CALLE, nella quale saranno realizzati vari interventi per l’adeguamento delle prestazioni energetiche e impiantistiche e per il miglioramento delle condizioni per l’accessibilità dei disabili. 


Nello specifico, rispetto all’efficientamento, saranno effettuati lavori per contenere la spesa energetica, sostituendo i vecchi infissi e la centrale termica che, oltre al risparmio, produrranno un riscaldamento più efficiente degli ambienti e la messa a norma di tali impianti. 

Relativamente ai lavori per l’eliminazione delle barriere architettoniche e per il miglioramento della funzionalità generale, saranno realizzate varie importanti operazioni , tra le quali, l’installazione di impianti servo scala ed il rifacimento degli impianti idrico sanitari.

 

“Siamo molto felici di poter aggiungere nuovi interventi, dopo i numerosi altri già effettuati, per migliorare la sicurezza e la funzionalità delle nostre scuole”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA    

Letto222 volte

Condividi

You must be logged in to post a comment Login