18enne pedinata dallo stesso uomo che l’aveva molestata lo scorso settembre. I Carabinieri di Aprilia denunciano un 76enne del posto.

Archivio Cronaca  

Pubblicato 14-10-2021 ore 11:35  Aggiornato: 21-10-2021 ore 11:29

18enne pedinata dallo stesso uomo che l’aveva molestata lo scorso settembre. I Carabinieri di Aprilia intervengono tempestivamente, fermano e denunciano un 76enne del posto che, già negli anni passati, si era reso protagonista di episodi analoghi. Il fatto è accaduto questa mattina attorno alle 7.30 ad Aprilia, in via Benvenuto Cellini, una traversa di via Verdi. La giovane, residente ad Ardea ma quotidianamente ad Aprilia per studio, camminando in strada si è resa conto di essere pedinata dallo stesso uomo che lo scorso 30 Settembre l’aveva palpeggiata mentre si trovava in via Marco Aurelio, alla fermata dell’autobus, e si era poi dileguato per le strade del centro. Impaurita e in uno stato di profonda ansia, la 18enne questa mattina ha immediatamente allertato il 112. Una pattuglia dei Carabinieri del Reparto Territoriale di Aprilia si è portata sul posto ed è riuscita a fermare e ad identificare l’anziano. Il 76enne, I.E. le sue iniziali, che ha precedenti specifici – su disposizione dell’Autorità Giudiziaria – è stato denunciato a piede libero.

“Questo tipo di intervento – ha tenuto a sottolineare questa mattina il Comandante del Reperto Territoriale dei Carabinieri di Aprilia, il Tenente Colonnello Paolo Guida – si rende possibile grazie al rapporto di collaborazione e di fiducia che, negli anni, si è riusciti ad instaurare con i cittadini di Aprilia e grazie all’azione di ascolto e di supporto che viene portata avanti dall’Arma dei Carabinieri.

Un percorso – ha precisato –  che continueremo a fare, grazie all’attiva collaborazione e al rapporto di fiducia che si è instaurato con la cittadinanza”.

L’invito è quello di superare timori e preconcetti e di trovare sempre il coraggio di denunciare e segnalare alle Forze dell’Ordine.

© RIPRODUZIONE RISERVATA    

Condividi

You must be logged in to post a comment Login