fbpx
HomeArchivio Politica25 Aprile, Sinistra Anticapitalista Aprilia, Rifondazione ed Unione Popolare alla manifestazione Anpi...

25 Aprile, Sinistra Anticapitalista Aprilia, Rifondazione ed Unione Popolare alla manifestazione Anpi a Roma.

Articolo Pubblicato il :

25 Aprile, la nota a firma di Sinistra Anticapitalista Aprilia, Rifondazione comunista Aprilia e Unione Popolare Aprilia: “Nella primavera del 1945 i popoli d’Europa si liberarono dalla barbarie nazifascista in nome della democrazia, dei diritti politici e democratici, dell’eguaglianza sociale e della solidarietà, per porre fine ai nazionalismi, alle guerre e agli interventi coloniali.

Oggi – si legge – soffiano nuovamente venti di guerra sull’intero pianeta. È necessario e urgente fermare la guerra in Ucraina (scatenata da Putin e alimentata da politiche guerrafondaie della Nato e dell’Europa) con un immediato cessate il fuoco e il ritiro delle truppe di occupazione. È necessario scongiurare un’estensione del conflitto ed il coinvolgimento di altri paesi e, pur esprimendo solidarietà alla popolazione ucraina, è necessario opporci all’aumento delle spese militari previsto dai governi della Nato, Italia compresa, e all’invio di ulteriori armi nel teatro di guerra.

In Italia, il governo Meloni, in piena continuità con i governi precedenti, continua una pesante campagna di guerra annunciando imponenti stanziamenti per le spese militari e la riduzione della spesa sociale, andando di fatto a peggiorare le precarie condizioni economiche di milioni di persone già duramente colpite negli ultimi anni dalla crisi economica e dalla pessima gestione pandemica.

Inoltre, i ministri dell’attuale governo Meloni e le figure istituzionali di sua diretta emanazione politica, non mancano quotidianamente di esternare considerazioni e parole d’ordine con contenuti fortemente reazionari, razzisti e omofobi, con il chiaro intento di sdoganare ulteriormente (e per l’ennesima volta) una cultura fascista, postfascista e neofascista, di cui il nostro paese purtroppo non si è mai liberato.

Contro queste scelte politiche e contro questi richiami nostalgici, è necessario ed urgente mettere in piedi mobilitazioni antifasciste in ogni momento dell’attività politica e sociale, per avanzare richieste di maggior democrazia e maggiore giustizia sociale.

Occorre contrastare le politiche economiche e di guerra del governo Meloni che spostano risorse dalla spesa sociale alle spese militari, producono tagli alla sanità, all’istruzione e ai servizi pubblici e aumentano le disuguaglianze sociali e di genere, mettendo un freno ai diritti e alle conquiste della classe lavoratrice.

L’antifascismo di oggi è dire no ai militarismi, alle controriforme di stampo autoritario delle istituzioni, alle politiche di austerità della Ue e dei governi nazionali che precarizzano il lavoro e cancellano i diritti dei lavoratori e, soprattutto, è ricostruire la solidarietà tra le classi lavoratrici per la realizzazione di una società liberata dallo sfruttamento, dal pregiudizio e dal razzismo.

Le sezioni locali di Rifondazione Comunista e Sinistra Anticapitalista e l’assemblea territoriale di Unione Popolare, nel rinnovare l’impegno ad esercitare l’antifascismo nella quotidiana pratica politica e non come sporadico esercizio della memoria, aderiscono alla manifestazione unitaria indetta dall’Anpi per questo 25 aprile in Roma, che attraverserà tutta la città”.

spot_img
ARTICOLI CORRELATI
spot_img
spot_img

NOTIZIE PIù LETTE