A Bassiano una mostra di santini, stampe e litografie

Archivio Spettacolo e Cultura  

Pubblicato 13-09-2019 ore 15:48  Aggiornato: 20-09-2019 ore 15:35

In occasione della festività della Esaltazione della Croce a Bassiano per domani, l’Amministrazione Comunale e la parrocchia hanno preparato una mostra significativa di santini, stampe  e litografie del periodo tra il 1700 e il 1960. L’iniziativa è curata da Pietro Mastrantoni. L’Esposizione avverrà presso il Museo delle Scritture del Comune di Bassiano.

E’ possibile visitare la mostra dalla sera (inaugurazione ore 18,00) del 14 settembre al pomeriggio del 14 ottobre  2019 dalle ore 9:30 alle ore 12:30 e dalle ore 15:00 alle ore 18:00.

Questa mostra nasce dall’antica passione di Pietro Mastrantoni che, fin dalla giovane età, ha collezionato con amore e devozione queste piccole e preziose immagini sacre.

I “Santini”, nati tra la fine del ‘600 e alla metà del ‘960 raffigurano immagini di Gesù, di Maria e di Santi e Beati, ma possono riportare anche preghiere, brevi testi sulla vita dei Santi, consigli edificanti, richieste di grazie e protezione o ancora espressioni di augurio, di ricordo, di dedica oppure semplicemente una firma o una data.

Nati inizialmente come piccoli oggetti di devozione, nel corso dei secoli, le immagini sacre cominciano a essere usate anche per altre finalità: per commemorare una ricorrenza, per allietare un anniversario, per annunciare un evento, per augurare gioie e benedizioni. La collezione del signor Mastrantoni  raccoglie Santini che vanno dall’ ‘600 fino ai giorni nostri, realizzati con tecniche artistiche differenti, monocrome o policrome, provenienti sia dalla locale tradizione siciliana, che italiana ed europea, raccolte personalmente in occasione di visite e viaggi o scambiate con altri appassionati collezionisti. I Santini riguardano una serie innumerevoli di Esaltazione della Croce.

Sono esposte alcune tra le più preziose immagini sacre della collezione. In particolare, un pannello è dedicato a immagini d’epoca, risalenti all’ ‘600 e quelle della metà degli anni del ‘960, raffiguranti Gesù in Croce e spesso arricchite da cornici merlettate che ne esaltano la bellezza. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA    

Letto126 volte

Condividi

You must be logged in to post a comment Login