A Latina in scena lo spettacolo “Saknes, radici” di e con Benedetta Capanna

Archivio Spettacolo e Cultura  

Pubblicato 13-03-2018 ore 16:18  Aggiornato: 18-03-2018 ore 16:17

A Latina in scena lo spettacolo “Saknes, radici” di e con Benedetta Capanna: appuntamento presso Opera Prima Teatro domenica 18 marzo alle 18,30, promosso dal circuito ATCL per la danza, l’Associazione Teatrale fra i Comuni del Lazio, in collaborazione con l’Associazione Culturale Opera Prima di cui sono direttrici artistiche Agnese Chiara D’Apuzzo e Zahira Silvestri.

Lo spettacolo si profila come un omaggio a Mirdza Kalnins, nonna paterna di Benedetta Capanna, nonché straordinaria ballerina lettone e prima ballerina del teatro dell’Opera di Roma.

Benedetta, con indosso un abito rosa antico dall’ampia gonna, riempie con delicatezza la scena, composta da alcune foto d’epoca che pendono dal soffitto, abiti di scena accatastati da un lato accanto ad un leggio ai cui piedi è posato un ritratto. In un’atmosfera rarefatta, con il sostegno di immagini video, si recupera il passato, e si intraprende un viaggio verso modi paralleli. “Le immagini emergono dal nulla – scrive Benedetta Capanna nelle note di regia -. Come frammenti di un puzzle vorrei trovare la loro disposizione, ma sono loro a collocarmi in uno spazio e in un tempo… della mia memoria… nella sua memoria. Non creo nulla, ma faccio fluire attraverso di me queste danze come in una celebrazione, le intuizioni, le fragilità dei vissuti vicini seppur divisi da anni, si intrecciano. Viviamo delle nelle nostre contraddizioni. Viviamo in ciò che lasciamo agli altri. Nella Danza troviamo le parole non dette, le immagini sfocate, le voci senza volto. Ricongiungiamo fili, ricoprendo gli spazi del vuoto della vita. La purezza dei cristalli, ecco la danza.  La forza della radice, la danza è saknes. Dare senso alle fughe, per creare una fine. Assorbire il senso del ritorno, per sigillare un addio. Ovunque… comunque… solo una danza… una danza… un sacrificio erotico del cuore buttato violato amato”.

“Saknes, radici” gode del patrocinio dell’Ambasciata della Repubblica di Lettonia presso la Repubblica Italiana.

La musica è di Vittorino Naso e  A.Plisevska; il tango è stato gentilmente suonato e registrato da Irma Toudjian; regia video Mauro Rapon; disegno luci Danila Blasi; costumi Paola Bonesso; ricerche video Beatrice Proietti e ricerche materiale fotografico e biografico Astra Šmite.

Lo spettacolo sarà preceduto da un seminario a cura di Benedetta Capanna, che si svolgerà sempre nei locali di via del Cappuccini 76 a Latina, dalle ore 14,30 alle ore 16,30, costo 20 euro. Sono in programma altri due laboratori di danza a cura della Capanna per domenica 22 aprile e domenica 13 maggio.

Il costo del biglietto di ingresso allo spettacolo è di 10 euro.

Info e prenotazioni al 347.3863742 – 392.0207982 – 347.7179808 oppure muni2000@libero.it. Fb: OperaPrima Teatro

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA    

Letto 1039  volte

You must be logged in to post a comment Login