A Nettuno, Roccasecca dei Volsci e Sperlonga primo ciclo di lettura dei contatori dell’acqua per il 2019.

Archivio Altre Notizie  

Pubblicato 11-01-2019 ore 11:04  Aggiornato: 18-01-2019 ore 11:02

A Nettuno, Roccasecca dei Volsci e Sperlonga primo ciclo di lettura dei contatori dell’acqua per il 2019. Da lunedì prossimo, 14 gennaio, il personale Acqualatina inizierà le letture dei contatori e le verifiche del loro funzionamento.  Le attività di rilevazione nel Comune di Nettuno si  protrarranno  fino a  sabato  27 aprile; per  il  Comune  di  Roccasecca dei Volsci sino a  sabato 19 gennaio e  fino  al 16 marzo per il Comune di Sperlonga. Le domeniche ed i festivi sono esclusi.

“Invitiamo gli utenti ad offrire la massima collaborazione – spiega Acqualatina – dando accesso ai contatori ed a non ostacolare lo svolgimento delle normali attività di lettura in quanto il personale è identificabile come “incaricato di pubblico servizio”.

Nel caso in cui il letturista non possa registrare la lettura del contatore, lascerà al cliente una cartolina per inviare l’autolettura. Questa cartolina deve essere restituita compilata entro cinque giorni per consentire la registrazione del consumo ed inserirlo nella bolletta successiva.

E’ possibile inserire direttamente l’autolettura registrandosi allo sportello online sul sito www.acqualatina.it, chiamando il numero verde 800 085 850, oppure tramite sms al 340 9797150.

Nel caso in cui non sia possibile registrare la lettura ed il cliente non la invii, la bolletta sarà emessa su un consumo stimato.

Ricordiamo inoltre a tutti i clienti che i letturisti Autorizzati sono dotati di un tesserino di riconoscimento con foto. Ciascun letturista ha inoltre un numero di matricola: chiamando il numero verde 800 085 850 è possibile verificarne l’identità. Infine, il personale Acqualatina non chiede mai denaro o assegni. Invitiamo tutti i clienti a verificare l’identità dei letturisti chiamando il numero verde 800 085 850, dal Lunedì al Venerdì dalle 8.00 alle 20.00 ed il Sabato dalle 8.00 alle 13.00”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA    

Letto 172  volte

You must be logged in to post a comment Login