Agguato ad un convoglio Onu in Congo: muore il carabiniere di Sonnino Vittorio Iacovacci

Archivio Cronaca  

Pubblicato 22-02-2021 ore 15:26  Aggiornato: 01-03-2021 ore 15:23

Agguato al convoglio Onu in Congo: tra le vittime c’è il carabiniere Vittorio Iacovacci, 30 anni, di Sonnino. Nell’attentato sono morti anche l’ambasciatore italiano Luca Attanasio e un autista. Il carabiniere pontino era in forza al 13° Reggimento “Friuli Venezia Giulia” a Gorizia. Era stato inviato in Congo lo scorso settembre, faceva parte della scorta dell’ambasciatore. Secondo le ultime informazioni, l’attacco sarebbe servito per rapire il personale Onu. Dopo aver appreso la drammatica notizia il Presidente del Consiglio, Mario Draghi ha espresso cordoglio per la morte di Luca Attanasio e Vittorio Iacovacci. “La presidenza del Consiglio – si legge in una nota – segue con la massima attenzione gli sviluppi in coordinamento con il Ministero degli Affari Esteri”. L’Arma dei Carabinieri ha espresso vicinanza ai familiari di Vittorio Iacovacci. “Hanno dato la vita – scrivono i colleghi in un post – mentre rappresentavano l’Italia”. “L’intero paese di Sonnino – ha detto il sindaco Luciano De Angelis – si stringe al dolo dei familiari del carabinieri ucciso in Congo”.

Vittorio Iacovacci di Sonnino morto in Congo

© RIPRODUZIONE RISERVATA    

Condividi

You must be logged in to post a comment Login