Approvato all’unanimità l’Atto Aziendale della Asl Roma H che coinvolge tutta l’area dei Castelli Romani.

Archivio Altre Notizie  

Pubblicato 20-02-2015 ore 12:53

L’assemblea ha accolto tutte le istanze espresse dalla Conferenza dei Sindaci, con il mantenimento di alcuni servizi fondamentali.

Approvato ieri all’unanimità l’Atto Aziendale della Asl Roma H, con le modifiche apportate in seguito alle osservazioni della Regione. L’assemblea ha accolto tutte le istanze espresse dalla Conferenza dei Sindaci, con il mantenimento, ad esempio, di alcuni servizi fondamentali nell’Ospedale "Spolverini" di Ariccia in attesa del trasferimento, quando diventerà operativo l’Ospedale dei Castelli". A Marino, a partire dalla prossima settimana all”ospedale San Giuseppe sarà attivato il servizio di "Day surgery". L’ospedale di Genzano, inoltre, continuerà ad avere la vocazione del materno infantile.Le novità sono state annunciate ieri dal direttore generale della Asl Rm H, Fabrizio D’Alba al termine dell’assemblea dei sindaci svoltasi nell’aula consiliare del Comune di Velletri."Aver trovato il metodo di lavoro giusto con la dirigenza della Asl e con le amministrazioni del comprensorio è un passaggio importante che spianerà la strada verso un globale miglioramento del comparto sanitario dei Castelli Romani. E, non lo nego – ha commentato il sindaco di Marino, Fabio Silvagni – dopo anni di amarezze e privazioni per il nostro ospedale è davvero una rinascita che stavolta sta iniziando davvero non sono più parole o progetti. E’ la realtà"."Pensando al percorso di grande collaborazione con il direttore generale della Asl Rm H, Fabrizio D’Alba e alla reale concordia che si è via via creata in questi mesi con tutti i colleghi sindaci della Asl Rm H – ha aggiunto Silvagni – non posso non esultare e mettere a confronto nella memoria questi giorni di rinascita ai giorni dell’estate 2009 quando il nostro ospedale cominciava un’agonia che ha visto solo da pochi mesi il cambio di direzione che aspettavamo da anni"."Questo risultato che dalla prossima settimana sarà tangibile – prosegue il sindaco di Marino – è figlio della buona amministrazione della Asl così come del nostro comune, grazie alla partecipazione di tutti i cittadini che non hanno smesso di far sentire le loro voci in difesa dell’ospedale"."È stata scongiurata con l’Atto Aziendale la chiusura dello Spolverini – commenta, invece, il sindaco di Ariccia, Emilio Cianfanelli – che anzi viene rafforzato, su iniziativa della Asl, accogliendo al suo interno la riabilitazione, la psichiatria, la neuropsichiatria infantile, igiene e profilassi e la farmacia. Su richiesta dell’Amministrazione Comunale di Ariccia, poi, la struttura ospiterà gli ambulatori dei medici di base, una cosa questa estremamente importante ed innovativa per i nostri territori e per la Asl Rm H la cui risposta sanitaria sarà ulteriormente arricchita poiché lo Spolverini diverrà anche un ospedale di comunità ovvero una struttura per la degenza a conduzione infermieristica, dove gli infermieri potranno ricoverare quei pazienti che non trovano accoglienza nei reparti di medicina o in grado di seguire (a causa di impedimenti e/o difficoltà familiari) un protocollo terapeutico nel proprio domicilio.Abbiamo poi proposto, nella riunione presso la cabina di Regia, – spiega ancora Cianfanelli – la possibilità di inserire nello Spolverini anche un Hospice per i pazienti oncologici terminali ad approccio multi specialistico. L’Hospice ha una programmazione concordata con la Regione e pertanto sarà oggetto di successive riunioni per lavorare su tale opportunità.Anche il sindaco di Genzano, Flavio Gabbarini, intervenuto nel dibattito, ha espresso la sua soddisfazione sottolineando in senso positivo "il potenziamento della struttura di controllo sull’accreditamento delle numerose strutture sanitarie presenti nel territorio. Ha condiviso la vocazione del materno infantile nell’Ospedale di Genzano e chiesto anche ulteriori aggiornamenti, ottenuti dal direttore Generale, dott. Fabrizio d’Alba, sullo stato di realizzazione delle convenzioni con l’Università di Tor Vergata ed il Bambino Gesù". 

© RIPRODUZIONE RISERVATA    

Condividi

You must be logged in to post a comment Login