fbpx
HomeArchivio PoliticaAPRILIA - Commissione Ambiente sull’incendio alla Loas: attenzione puntata sui danni alle...

APRILIA – Commissione Ambiente sull’incendio alla Loas: attenzione puntata sui danni alle culture e alla zootecnia, attese le analisi Arpa.

Articolo Pubblicato il :

la seduta della Commissione Ambiente ad Aprilia

Si è riunita questa mattina in Comune, ad Aprilia, la Commissione Ambiente per fare il punto sulla vicenda dell’incendio alla Loas dello scorso 9 agosto, la cui nube tossica ha provocato effetti nocivi sull’ambiente che, ancora, non sono stati quantificati. All’incontro di oggi erano presenti anche i rappresentanti dell’Istituto Zooprofilattico, della Asl di Latina e dell’Arpa Lazio. In questa fase l’attenzione è puntata sui danni alle culture e alla zootecnia, attese le analisi Arpa. “Trovo positiva la partecipazione al tavolo di tutte le componenti che lavorano, già dallo scorso 9 agosto, per affrontare questa problematica – ha commentato al termine della seduta, il Sindaco Antonio Terra –  Tutta la nostra attenzione, in questa fase, – ha detto – è focalizzata sugli eventuali danni provocati alle colture e alla zootecnia ovina. Attualmente le analisi non sono ancora positive. Per questo attendiamo, si spera entro una settimana, i risultati delle analisi effettuate dall’Arpa”.

Ha introdotto la seduta l’assessore all’Ambiente, Monica Laurenzi, che ha ricordato come gli amministratori siano prima di tutto cittadini, e vivono le stesse preoccupazioni degli altri. Ha poi ripercorso le azioni intraprese dal Comune in sinergia con gli altri enti di controllo e ha messo in evidenza la difficile gestione dei controlli, specie in un ambito – quello dei rifiuti – le cui autorizzazioni passano sulla testa dei Comuni.

La Asl, tramite il dottor Antonio Sabatucci, ha ricordato come dopo l’incendio alla Eco X di Pomezia siano state censite tutte le realtà che trattano rifiuti, che nella provincia di Latina sono 100.

È stata preparata una check list per la verifica del rispetto delle normative in materia ambientale, per poi iniziare le verifiche congiunte. “Se l’Arpa fosse contemporaneamente su tutti i siti, sicuramente sarebbe più facile prevenire gli incendi”, gli ha fatto eco l’Arpa Lazio, rappresentata da Tina Fabiozzi, che ha ricordato come alcuni dati sui campionamenti siano secretati dall’autorità giudiziaria essendoci un’indagine in corso ed essendo il sito Loas sotto sequestro.

L’istituto Zooprofilattico con il dottor Marcello Sala ha fatto sapere che sono state riscontrati livelli alti di diossina e Pcb anche sui campioni vegetali raccolti tra i 200 e i 1.000 metri di distanza dal luogo dell’incendio. Il campionamento sarà ripetuto anche la prossima settimana, per verificare se le piogge abbiano “dilavato” le colture dalle polveri inquinanti.

Per quanto riguarda la contaminazione sugli animali, la verifica può essere effettuata non nell’immediato, ma si inizierà dal latte ovino, più grasso e quindi dove sono più facilmente individuabili le diossine.

spot_img
ARTICOLI CORRELATI
spot_img

NOTIZIE PIù LETTE