Aprilia, consegnati gli attestati di sobrietà presso la Asl

Archivio Altre Notizie  

Pubblicato 14-02-2020 ore 15:22  Aggiornato: 21-02-2020 ore 15:14

Si è svolta ieri, presso la sala conferenze della ASL di via Giustiniano ad Aprilia diretta dal dott. Belardino Rossi, la consueta cerimonia annuale di consegna degli attestati di sobrietà organizzata dal Club Vita Nuova.

Quest’anno l’evento si è svolto senza Diamante Foresta, fondatore, presidente e anima del Club, scomparso lo scorso giugno. Il Club Vita Nuova si occupa da quasi 30 anni di fornire accompagnamento e sostegno a persone colpite da forme di dipendenza e alle loro famiglie. Il club alcologico apriliano si caratterizza per l’applicazione del cosiddetto Metodo Hudolin, preferendo a percorsi esclusivamente individuali, il coinvolgimento delle famiglie degli utenti.

Alla cerimonia di ieri erano presenti, oltre ad America Protano, moglie di Diamante e attuale presidente del Club, il councelor dell’associazione Fabio Zitarelli, la dottoressa Anna Maria Cioce, già responsabile del SERD di Aprilia e don Lorenzo Fabi.

Intervenendo nel corso dell’evento, il Sindaco di Aprilia Antonio Terra ha sottolineato l’incredibile lavoro svolto negli anni da Diamante Foresta con il Club e la sua instancabile tempra, che tanti risultati ha saputo produrre nel territorio cittadino. “È bello, oggi, essere di nuovo qui – ha commentato il primo cittadino – la vostra presenza testimonia quanto bene abbia “seminato” Diamante nel corso degli anni. Faccio i miei complimenti a America, al personale e ai volontari del Club, per aver saputo prendere in mano con dedizione e passione le redini dell’associazione”.

“Il Club Vita Nuova continua ad essere un tassello fondamentale tra le realtà sociali della nostra Città – ha commentato l’Assessora Francesca Barbaliscia a margine della cerimonia – ogni anno la presenza nel corso di questo evento ci rende consapevoli del prezioso lavoro dell’associazione, ma anche del bel clima “familiare” che gli operatori del Club, le persone che ricevono gli attestati e le loro famiglie hanno saputo creare nel corso degli anni”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA    

Condividi

You must be logged in to post a comment Login