Alla concessionaria “Prezioso” di Aprilia questa domenica approda il circuito “Yoseikan Fight Lazio”.

Sport  

Pubblicato 03-12-2018 ore 17:49  Aggiornato: 15-12-2018 ore 11:49

E’ per questa domenica 16 dicembre, presso la concessionaria “Nicola Prezioso” di Aprilia, sulla via Nettunense, il secondo appuntamento del circuito “Yoseikan Fight Lazio”. Si tratta di un circuito annuale composto da cinque gare organizzato dal Comitato Regionale Yoseikan Budo Lazio che vede impegnati gli atleti in diverse specialità di questa arte marziale di origine giapponese.

Suddividere le diverse specialità dello Yoseikan Budo in più gare, per poi riunirle in occasione del Campionato Regionale e del Campionato Nazionale,  permette ai concorrenti di sviluppare più profondamente le doti di adattabilità, fluidità, reattività e resistenza fisica tipiche della nostra arte marziale. Questo obiettivo è fondamentale per un Budoka che vuole approfondire la disciplina ed è uno degli step di base per raggiungere la consapevolezza tecnica e strategica propria di un combattente a tutto tondo”, ci spiega il presidente del Comitato organizzatore, Manlio Ponzio. Questa competizione vedrà confrontarsi gli atleti nell’utilizzo del corpo in due diverse specialità: Yoseikan-Kick e Yoseikan-MMA.

La prima specialità permetterà l’utilizzo di colpi di braccia e gambe  a contatto leggero per tutte le categorie di età e peso, nella specialità Yoseikan-MMA, invece, si potranno utilizzare colpi di braccia e gambe concatenati con proiezione e lavoro al suolo. Come nasce questa idea? “Le arti marziali non devono essere qualcosa di violento finalizzato a nutrire il proprio ego, al contrario possono essere un ottimo veicolo per la scoperta di se, dei propri limiti e delle proprie paure. L’idea di strutturare questa gara in due specialità ha proprio questo fine e allo stesso tempo ai contendenti vengono richiesti una progressione tecnica, la capacità di mantenere alta la concentrazione e un buon livello atletico. La scelta del contatto leggero è stata, invece, una scelta pedagogica. Vestire con guantoni, caschetto e paradenti dei bambini di sette anni e pretendere  che facciano a pugni su un quadrato di gara è diseducativo, a quell’età possiamo chiedere loro di imparare a schivare, a toccare un bersaglio, ad accelerare dei movimenti o a mantenere una determinata distanza dal “pericolo”. Un’ottima base per un sano combattimento amatoriale è la ricerca di gesti atletici e tecnici con un occhio attento ai comportamenti dell’avversario. La specialità Yoseikan-MMA, invece, richiederà maggiore fluidità e capacità di concatenazione delle tecniche per cercare di portare l’avversario al suolo e costringerlo alla resa. Anche in questa specialità richiederemo un contatto leggero, proprio per favorire queste attitudini e non già un martellamento continuo di colpi senza controllo né logica tecnica né strategia” ci chiarisce il presidente Manlio Ponzio. La competizione di Natale è da anni, per lo Yoseikan Budo Lazio, un’occasione di incontro e confronto tra le società sportive, i genitori e gli atleti. Un momento per misurarsi in gara ma anche per scambiarsi gli auguri per le imminenti festività. È proprio con l’intenzione di scambio e confronto che nasce l’idea di rendere questo appuntamento agonistico interstile e , grazie al sostegno di Nicola Prezioso, sponsor ufficiale dell’evento, si sono potuti invitare maestri e atleti di altre discipline e stili. Appuntamento il 16 dicembre ad Aprilia in via Nettunense 197/A, presso la concessionaria di Nicola Prezioso, dal 1970, per partecipare o assistere a questo 1° Interstile Yoseikan Cup, ingresso gratuito.

Tutte le informazioni su www.yoseikanbudolazio.it o sulla pagina facebook Comitato Regionale Yoseikan Budo Lazio. Oppure sulla pagina facebook della concessionaria Nicola Prezioso dal 1970 https://www.facebook.com/NicolaPreziosodal1970/

© RIPRODUZIONE RISERVATA    

Letto 834  volte