Aprilia – Il rigore non c’è e lui, 13 anni, lo sbaglia apposta

Archivio Sport  

Pubblicato 16-04-2018 ore 09:39  Aggiornato: 25-04-2018 ore 09:12

Una storia da raccontare quella che riguarda un ragazzo di 13 anni di Aprilia attaccante de La Pelota protagonista di un gesto di grande fair play. Il giovane non ha avuto paura di sbagliare un rigore, anzi l’ha fatto apposta perché quella punizione non c’era. E’ accaduto tutto nella partita di campionato giovanissimi fascia B contro il Connect Latina, 20 minuti dopo il primo tempo. Nicolò aveva già segnato una doppietta. L’arbitro fischia durante un’azione e assegna un rigore a La Pelota, rigore però totalmente inesistente. E’ stato così che il 13enne decide di tirare dal dischetto e sbagliare di proposito. Una lezione al mondo del pallone, soprattutto quello dei professionisti. Nicolò alla fine segna un’altra rete e la partita termina 6-0.

“In un mondo sempre più votato all’egocentrismo, – dice La Pelota di Aprilia – all’ indifferenza ed alla mancanza di valori, Nicolò ha dato un segnale che deve far riflettere TUTTI NOI, sulle differenze Umane rispetto al vincere o perdere una partita. La Pelota lavora sul campo ma anche per migliorare le Persone”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA    

Letto 10400  volte

You must be logged in to post a comment Login