Aprilia, in Consiglio passa il bilancio di previsione. Opposizione in silenzio

Archivio Politica  

Pubblicato 02-04-2021 ore 16:30  Aggiornato: 09-04-2021 ore 16:05

Scivola via in poche ore il Consiglio Comunale ad Aprilia che ieri si è riunito per approvare il Documento Unico di Programmazione e il bilancio di previsione 2021-2023. L’approvazione è stata l’espressione della sola maggioranza, con l’opposizione che in gran parte ha votato “no”  (15 i sì, 7 no: Fausto Lazzarini, Matteo Grammatico, Giorgio Giusfredi, Davide Zingaretti, Dmoenico Vulcano, Roberto Boi e Francesca Renzi. Assenti Vincenzo La Pegna e Vincenzo Giovannini).

Nessun emendamento presentato, nessuna dichiarazione di voto e neanche nessuna accesa discussione da parte della minoranza. D’altronde le polemiche sono durate giorni appena discusso il documento contabile nell’apposita Commissione. Ha vinto la rassegnazione.

“Ringrazio sentitamente la maggioranza tutta e tutti i consiglieri che sono qui presenti, – ha detto l’assessore al Bilancio, Lanfranco Principi – che in queste settimane hanno lavorato allo studio dei documenti. Ringrazio tutti gli uffici e il dirigente Di Filippo, senza il cui supporto non saremmo stati in grado di approvare il bilancio nei termini previsti”. Il Bilancio subirà delle variazioni nel corso del 2021, ma nessuna spesa potrà avvenire al di fuori del documento contabile e la struttura di base resterà quella presentata in aula dall’assessore Principi. Le entrate previste (e quindi le spese) ammontano a 175.670.142, 90 euro. “Voglio soffermarmi però sul solo 2021, l’anno in corso ci dà il quadro della situazione che stiamo affrontando nel nostro Comune. Sul totale delle entrate – spiega Principi – ben 45.705.000 di euro sono relative ad Imu, Tasi, Tari, Irpef, Irap, fondo di solidarietà comunale e imposta sulla pubblicità nel 2021. Previsti trasferimenti da Regione e Stato, per i mancati incassi dell’Imu sulla prima casa sempre per l’anno in corso, di oltre 10 milioni di euro. Le entrate extratributarie  (tra cui in servizi scolastici) sono di 7.900.000 euro. Queste sono le entrate di natura corrente. Per quanto riguarda le entrate in conto capitale, che arrivano da altri finanziamenti, l’ente riceverà 17 milioni e 300 mila euro. Per il triennio prossimo non è prevista l’accensione di nessun mutuo”. La maggioranza Terra ha diviso il bilancio di previsione in missioni, tra queste le più importanti saranno quelle che riguardano gli istituti scolastici della città, ma anche il sociale: contributi a favore di attività per anziani, supporto alle madri sole, alle famiglie indigenti e supporto per la locazione. E poi i trasporti. L’unico intervento in aula dell’opposizione, è stato quello del consigliere di Aprilia in Azione, Davide Zingaretti che ha ribadito: “Ci sono troppe difficoltà nella gestione dei tributi. Dobbiamo al più presto predisporre un’unica banca dati per avviare la lotta all’evasione. Presto inoltre sarà necessario istituire un tavolo di lavoro sulla Tari e sulla Progetto Ambiente. Registriamo inoltre un piano delle assunzioni debole e non corrispondente alle necessità dell’ente. Carenti le indicazioni sulla mobilità e sulle opportunità da cogliere per i fondi del Next Generation Eu. Infine – conclude – si tarda gravemente a prendere decisioni definitive sulla Multiservizi”.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA    

Condividi

You must be logged in to post a comment Login