fbpx
HomeAltre Notizie"Aprilia laboratorio per la partecipazione 5.0 dei cittadini attraverso le cooperative di...

“Aprilia laboratorio per la partecipazione 5.0 dei cittadini attraverso le cooperative di comunità”

Articolo Pubblicato il :

Grazie alla nuova normativa regionale sulle Cooperative di Comunità si completa il quadro normativo che consentirà ai comuni di utilizzare questo nuovo strumento di partecipazione democratica dei cittadini alla gestione dei beni pubblici. “Attraverso questi strumenti – spiega Alessandro Mammucari di movAp – si potrà consentire ai cittadini di svolgere una fondamentale funzione “comunitaria” ossia favorire l’autorganizzazione comunitaria di quei servizi carenti a causa dell’assenza dell’intervento comunale per la cronica scarsità di risorse.

La nostra città con il suo vasto territorio e oltre 70 mila abitanti può dar vita ad un laboratorio moderno per la partecipazione dei cittadini attraverso lo strumento delle cooperative di comunità e l’approvazione del regolamento comunale sui beni comuni, al fine di avvicinare gli apriliani alla cura dei beni pubblici.

Partire dalla gestione e manutenzione dei parchi comunali, per passare alle attività ricreative e culturali e giungere ai servizi alla persona e all’infanzia può essere la base di partenza di un percorso in grado di consentire ad Aprilia di essere avanguardia di un mutamento che nelle grandi città, in primis Bologna, già è stato avviato.

Crediamo che uno dei motivi che portò alla nascita del civismo fu proprio la volontà di avvicinare o cittadini alla gestione diretta della propria città ed oggi, con l’innovazione legislativa in atto, si deve continuare in quel percorso, consentendo, in un chiaro quadro di riferimento,  ai cittadini apriliani di partecipare alla costruzione di una Città migliore. Per questo rivolgendosi direttamente al Sindaco chiediamo di poter istituire un tavolo di lavoro per la predisposizione dei necessari regolamenti comunali coinvolgendo le parti sociali interessate in primis la comunità dei comitati di quartiere”.

spot_img
ARTICOLI CORRELATI
spot_img

NOTIZIE PIù LETTE