Aprilia, presentata la mozione per un Comune plastic free

Politica  

Pubblicato 15-04-2019 ore 12:51  Aggiornato: 16-04-2019 ore 16:30

Una delibera presentata dal Consigliere Comunale Davide Zingaretti (primo firmatario) e che ha già trovato consenso e approvazione tra i movimenti RiGenerazione Apriliana, MovAp,  FuturAprilia,  Aprilia  Possibile.. La proposta si basa su quattro punti fondamentali: il primo riguarda il passaggio graduale in tutti gli uffici e le sedi di competenza del Comune di Aprilia da beni usa e getta a beni riutilizzabili, riciclabili o compostabili; il secondo la puntuale verifica degli effetti della delibera; il terzo la scelta da parte del Comune di fornitori che utilizzino beni ‘virtuosi’ dando loro una premialità nei bandi; il quarto chiede all’amministrazione di realizzare campagne informative per incentivare con ancora più forza questo cambiamento.

Questo  progetto  prevede  un  abbandono  graduale  di  tutti  i  prodotti  in  plastica  monouso all’interno delle sedi comunali  e, in particolare,  l’obiettivo primario sarebbe quello di eliminare soprattutto quelli legati alla vendita e somministrazione di bevande; tra questi ai primi posti, come facilmente intuibile, quelli utilizzati nei distributori automatici.

Il passo successivo sarà l’introduzione di alcuni corsi di informazione e sensibilizzazione destinati ai dipendenti che si occuperanno del tema della sostenibilità ambientale, in relazione a gare d’appalto o convenzioni con terzi che prevedono la somministrazione di cibo e bevande.

Ancora con la nostra proposta chiediamo all’amministrazione di istituire una Consulta ambientale che riunisca associazioni e portatori d’interesse; di organizzare giornate straordinarie di pulizia di parchi, aree verdi e, soprattutto, di sponde di fiumi, torrenti, canali coinvolgendo associazioni e cittadini; di promuovere  il  vuoto  a  rendere;  di  adottare  una  politica  di  acquisti  pubblici  verdi  (Green  Public Procurament) che riduca sensibilmente l’acquisto di materiali plastici ove questi siano sostituibili da materiali prodotti con materie prime a minor impatto ambientale; di eliminare l’uso di piatti, bicchieri, cannucce e altri oggetti di plastica usa-e-getta nelle sagre e manifestazioni pubbliche che ricevono contributi  o  anche  il  solo  patrocinio/autorizzazione  del  Comune  di  Aprilia  preferendo  l’uso  di materiali compostabili; infine, di adottare sistemi di gestione delle mense scolastiche che riducano l’uso di materie plastiche, favorendo l’uso di stoviglie lavabili (anche con la collaborazione delle famiglie) o in subordine l’uso di materiale compostabile.

La proposta di adesione rappresenta un altro importante passaggio verso quell’economia circolare che rappresenta la migliore risposta possibile al continuo inquinamento del nostro pianeta e lo sviluppo di un nuovo paradigma ambientale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA    

Letto960 volte

Condividi

You must be logged in to post a comment Login