Aprilia – Riqualificazione Periferie, Giunta approva linee guida per definire strumenti e promuovere partecipazione dei consorzi

Archivio Altre Notizie  

Pubblicato 24-11-2021 ore 15:24  Aggiornato: 01-12-2021 ore 15:19

Nella riunione di Giunta di ieri pomeriggio, l’Amministrazione comunale ha approvato le “Linee guida per la definizione degli strumenti per la riqualificazione igienico-sanitaria delle periferie e la promozione della partecipazione di cittadini e consorzi”.

L’atto, frutto del lavoro condotto in questi mesi dall’URPA attraverso il confronto con il coordinamento dei consorzi e delle borgate di Aprilia, punta al coinvolgimento diretto degli abitanti delle periferie nella complessa opera di riqualificazione, sia attraverso la costituzione di un Albo Comunale dei Consorzi per il recupero urbano delle periferie, sia mediante nuovi strumenti di partecipazione diretta alla realizzazione delle opere di urbanizzazione primaria.

Accanto ai Consorzi, le Linee guida identificano inoltre nuovi possibili raggruppamenti, come le Associazioni Consortili di Recupero Urbano (ACRU) che possono gestire gli oneri di urbanizzazione di un’area per conto del Comune, anche al fine di realizzare – a scomputo di tali oneri – delle opere pubbliche. Oppure raggruppamenti spontanei di cittadini, che possono sorgere allo scopo di suggerire all’Amministrazione linee di indirizzo, criticità, possibili soluzioni.

“Con l’atto approvato ieri si apre una nuova stagione nel lungo percorso di risanamento delle periferie e nei rapporti dell’Amministrazione con consorzi e borgate – afferma l’Assessore all’Urbanistica Omar Ruberti – l’analisi condotta dall’URPA in questi mesi ha messo in luce come i costi dell’azione di risanamento ammontino a circa 150 milioni di euro: una cifra enorme, soprattutto se raffrontata con i 2mln di euro garantiti attualmente dalle fonti di finanziamento regionali e statali. È chiaro che il coinvolgimento diretto dei cittadini, anche attraverso strumenti di partecipazione innovativi, è l’unica risposta possibile e necessaria ad affrontare questo percorso con tempi ragionevoli. Le Linee guida approvate oggi puntano a fornire un quadro semplificato e di maggior comprensione, capace di incoraggiare proprio questa azione diretta da parte dei consorzi, delle associazioni e dei raggruppamenti spontanei di cittadini”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA    

Condividi

You must be logged in to post a comment Login