HomeArchivio CronacaAprilia saluta il giornalista Gianfranco Compagno
spot_img

Aprilia saluta il giornalista Gianfranco Compagno

Articolo Pubblicato il :

Si sono svolti questa mattina, sul sagrato della chiesa di San Michele Arcangelo ad Aprilia, i funerali di Gianfranco Compagno, decano dei giornalisti, scomparso all’età di 70 anni dopo aver contratto il coronavirus. In tanti hanno partecipato alla cerimonia che si è svolta secondo le misure anticovid. A celebrare il rito Don Franco Marando. Tanti gli interventi che hanno ricordato e omaggiato la figura di Gianfranco Compagno. Tra gli altri il sindaco Terra che ha ribadito quanto il giornalista fosse fiero di essere  “l’ultimo socialista puro di Aprilia” e lo scrittore e premio Strega, Antonio Pennacchi: “Era un giornalista che mozzicava – ha detto lo scrittore, suo amico – al servizio di chi è governato e contro il potere. Starà nel paradiso dei giusti, insieme a Luigi Podestà, nostro comune maestro socialista”.

Hanno preso la parola anche l’ex sindaco Gianni Cosmi, l’ex consigliera comunale Carmen Porcelli, il suo allievo prediletto e giornalista del “Giornale del Lazio”, Riccardo Toffoli, ma anche il giornalista Gaetano Coppola. Infine il genero e le figlie Manuela e Valeria.

Gianfranco Compagno è stato pilastro prima de “Il Pontino”, poi del “Giornale del Lazio”. Con lui hanno iniziato a scrivere tanti giovani che oggi lavorano nelle testate locali. Interprete della contemporaneità, era appassionato di storia (a lui si deve il gemellaggio tra Aprilia e Mostardas, città natale di Menotti Garibaldi) e ancora sempre Gianfranco si è battuto per la ricostruzione del Campanile della chiesa di San Michele e ultimamente aveva lavorato alla ricostruzione storica di quella che un tempo era la Casa del Fascio. In chiusura della cerimonia dei palloncini bianchi sono stati liberati verso il cielo, un omaggio dei nipoti e della sua famiglia.

Gianfranco Compagno

 

 

 

 

 

spot_img
ARTICOLI CORRELATI

NOTIZIE PIù LETTE