HomeArchivio PoliticaAprilia, "Saremo in piazza per la lotta alle mafie"
spot_img

Aprilia, “Saremo in piazza per la lotta alle mafie”

Articolo Pubblicato il :

“Il prossimo due ottobre, presso il Tribunale di Velletri, avrà avvio un importante procedimento giudiziario, nel quale si dibatterà sulla responsabilità degli imputati in ordine a gravissime ipotesi delittuose, aggravate dal metodo mafioso, poste in essere anche nel nostro territorio.

 Per la natura stessa delle contestazioni e per il clamore mediatico che alcuni episodi hanno sollevato, imponendo il nome della nostra città sulle pagine delle cronache nazionali, appare incomprensibile e inaccettabile la condotta del Comune di Aprilia, che, a differenza della limitrofa Pomezia, ha prima avviato inconcludenti discussioni in seno alla commissione e non ha ancora posto in essere atti formali sulla questione, di fatto scomparsa dall’agenda politica dell’amministrazione.

Alla luce di tale empasse, come associazioni, organizzazioni politiche e privati cittadini, abbiamo deciso di prendere pubblicamente e collettivamente posizione, per chiedere che Aprilia dimostri – oltre i vuoti slogan che campeggiavano sull’edificio comunale fino a qualche tempo fa- di essere veramente contro la Mafia e si determini alla costituzione di parte civile nel processo, intendendo ciò non solo come possibilità di richiedere il risarcimento del danno all’immagine subito, ma anche e soprattutto come atto politico che schieri in modo fortemente simbolico l’Istituzione al fianco dei cittadini, contro le organizzazioni criminali e le attività illecite che corrompono il tessuto economico del territorio. Pensiamo alle mani della ndrangheta sull’agricoltura e ai fenomeni di caporalato nelle campagne pontine, all’usura e al pizzo che strozzano le piccole attività commerciali già provate dalla crisi economica e dalla concorrenza delle grandi catene di distribuzione, alla corruzione della vita e della salute delle persone, tramite la diffusione delle sostanze stupefacenti e il controllo del gioco d’azzardo, alle inevitabili ricadute delle infiltrazioni mafiose sul mondo del lavoro, con particolare riferimento ai temi della sicurezza e e dell’occupazione, soprattutto nel settore edilizio.

Esprimendo, quindi, netta condanna per l’inerzia dell’amministrazione, si annuncia una mobilitazione di tutte le associazioni, organizzazioni politiche e dei singoli sottoscrittori, al fine di sensibilizzare la cittadinanza sul tema del contrasto alle mafie e di rendere chiaro che se le Istituzioni non avranno volontà di affrontare la questione con la necessaria determinazione e limpidità d’intenti, sarà la società civile a sopperirvi.

 Pertanto, i prossimi giorni ci vedranno impegnati in una campagna di informazione e denuncia, con volantinaggi e altre iniziative collaterali ancora in corso di definizione, che, in assenza di una svolta, culminerà in un simbolico presidio in Piazza Roma, il prossimo 1 ottobre alle ore 18,30.

 

Anpi Aprilia – Vittorio Arrigoni

Associazione Senza Confine

Partito Comunista Italiano – Sez. Campoleone

Csi Dialogo Aps

FuturAprilia

MovAp

 

Rifondazione Comunista – Sez. Aprilia

spot_img
ARTICOLI CORRELATI

NOTIZIE PIù LETTE