Aprilia, “Scuole fredde, la propaganda del Comune”

Archivio Politica  

Pubblicato 07-01-2019 ore 17:41  Aggiornato: 14-01-2019 ore 16:41

La Lega interviene sui disagi avvenuti questa mattina nelle scuole della città per il blocco dei termosifoni.

“L’incapacità amministrativa delle civiche guidate dal sindaco Antonio Terra, capaci di spacciare per risultati straordinari quella che potrebbe essere semplicemente identificata come normale amministrazione, purtroppo è fatto noto da molto tempo.

Oggi però chi amministra ha sperimentato una nuova e inedita soluzione: quella di propagandare e spacciare per vere cose che poi non vengono fatte.

Ci riferiamo in particolare all’accensione dei termosifoni all’interno dei plessi scolastici, oggetto di uno specifico comunicato diramato dal Comune di Aprilia attraverso i sui canali ufficiali a firma del sindaco Antonio Terra nella giornata di ieri.

Peccato che alcuni studenti non hanno potuto beneficiarne. Nella scuola Grazia Deledda i termosifoni sono rimasti spenti e i bambini hanno dovuto trascorrere le ore di lezione tra i banchi di scuola seduti al freddo e coperti con i giubbotti. Stessa situazione lamentano i genitori dei bambini che frequentano la scuola periferica di via Selciatella, dove oltre ai termosifoni spenti pare che i bambini abbiano dovuto lavorare tra la polvere perchè a conclusione dei lavori che sono statti effettuati durante la pausa estiva non si è provveduto a far ripulire adeguatamente le classi.

Siamo dispiaciuti di dover nuovamente affrontare questa tematica, per la quale in passato siamo addirittura stati accusati di voler fare strumentalizzazione politica. Non di questo si tratta ma di attenzione nei confronti delle scuole dove i nostri bambini trascorrono molte ore al giorno. Non possiamo tacere di fronte al pressappochismo di chi amministra, capace di propagandare cose che non ci sono seduti al caldo nella loro poltrona ma non di abbandonare la sedia e verificare di persona che nei luoghi deputati ad accogliere i bambini non ci siano problemi come quelli che purtroppo si sono verificati anche questa mattina”. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA    

Letto1618 volte

Condividi

You must be logged in to post a comment Login