HomeArchivio Altre NotizieARDEA - Inaugurata in una casa confiscate alla malavita la nuova sede...
spot_img

ARDEA – Inaugurata in una casa confiscate alla malavita la nuova sede della Croce Rossa.

Articolo Pubblicato il :

Inaugurata ad Ardea, una delle case confiscate alla malavita organizzata. la sede del comitato locale della Croce Rossa. Il taglio del nastro c’è stato ieri pomeriggio, alla presenza del sindaco, Luca Di Fiori, dell’assessore alle Politiche Sociali, Riccardo Iotti, e del commissario del comitato della Croce Rossa di Ardea, Vittorio Corasaniti.

La Croce rossa offrirà ai cittadini di Ardea alcuni servizi: tra questi, la distribuzione diretta di beni alimentari, il recapito medicinali a domicilio, alcune campagne di informazione e di prevenzione sulle malattie, il servizio di assistenza domiciliare con l’aiuto e il controllo nell’attuazione delle terapie mediche prescritte e nella fruizione di prestazioni specialistiche, il supporto nella consegna domiciliare della spesa, lo sportello di ascolto e segretariato sociale, alcuni trasporti sanitari programmati.

“Dopo quindici anni di servizio abbiamo un tetto. Questo posto ci dà la possibilità di lavorare meglio”, ha sottolineato Corasaniti. “E’ il giusto riconoscimento per l’ottimo lavoro svolto in questi anni sul territorio. È una sede piccola ma temporanea. L’auspicio è quello di trovare una sistemazione adatta ad ospitare un numero così importante di volontari. Da qui partiranno tutti quei servizi fondamentali come la distribuzione del pacco alimentare e il trasporto programmato per persone che lo necessitano. Per questa iniziativa ringrazio anche l’ufficio politiche sociali del Comune di ardea che lavorerà a stretto contatto con la Cri per garantire i servizi oggetto della convenzione”, ha detto Riccardo Iotti. “Avete lavorato in condizioni difficili, come le altre associazioni, e siete stati sempre presenti – ha sottolineato il sindaco Di Fiori che così si è rivolto ai volontari Cri – Altro elemento per il quale siamo molto felici è che Ardea, finalmente, ha il suo Comitato locale, visto che prima dipendeva da Anzio-Nettuno”.

L’immobile è stato assegnato al Comune di Ardea dalla Agenzia nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata (dipendente dal Ministero dell’Interno) ed è stato concesso per un anno alla Cri. Sull’appartamento il tribunale penale di Roma ha affermato un diritto delle vittime del reato d’usura dopo che l’Agenzia nazionale lo ha assegnato al Comune. Con l’atto di pignoramento non viene sottratta l’attuale disponibilità del bene all’amministrazione.

spot_img
ARTICOLI CORRELATI

NOTIZIE PIù LETTE