“Ardea non si arrende, dalla Regione finanziamenti per gli edifici scolastici”

Politica  

Pubblicato 15-01-2019 ore 16:55  Aggiornato: 15-01-2019 ore 16:23

“Già in numerose occasioni ho sottolineato come lo stato di dissesto finanziario in cui si trova il #Comune di #Ardea dopo decenni di mala politica, ha rallentato l’azione di rilancio immediato della città da parte del sindaco Mario Savarese e del @Movimento 5 Stelle Ardea. Un disastro politico e amministrativo ereditato che in alcune occasioni ha messo a rischio persino l’ordinaria gestione ed erogazione dei servizi essenziali”. Così in un post sulla propria pagina Facebook il consigliere regionale del Lazio per il MoVimento 5 Stelle Valentina Corrado.

“Oggi – spiega la Corrado – attraverso un ordine del giorno a mia prima firma abbiamo impegnato la #Giunta Regionale, nell’ambito delle risorse stanziate per l’edilizia scolastica, a sostenere il Comune con il finanziamento degli interventi per la realizzazione, ristrutturazione e manutenzione ordinaria e straordinaria dei plessi scolastici che versano in pessime condizioni al punto tale che in molti casi si è determinata l’interruzione di pubblico servizio per inagibilitá degli istituti.

Tra gli interventi urgenti segnalati vi è la:
– realizzazione di una palestra presso la scuola primaria di via Varese dove attualmente i bambini svolgono attività motoria in una mensa;
– ristrutturazione dell’ex centro anziani di Nuova Florida così da trasferire la scuola dell’infanzia che attualmente si avvale di un edificio consistente in un locale garage in locazione;
– ristrutturazione dell’edificio scolastico Sant’Antonio oggi chiuso perchè dichiarato per metà parte come struttura inagibile e dove, a causa di tale limitazione, sono state ricavate aule dalla mensa scolastica;
– realizzazione di una scuola superiore, visto che Ardea vede 1400 giovani lasciare ogni mattina la città per recarsi nelle scuole dei comuni limitrofi;
– ristrutturazione della scuola di via Bergamo che può essere nelle condizioni di ospitare tutti i gradi scolastici, specie le 150 richieste inevase di iscrizione alle scuole materne

Non si molla di un centimetro – conclude la consigliera – quando l’obiettivo è fornire risposte ai cittadini per la garanzia di servizi essenziali come l’istruzione”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA    

Letto580 volte

Condividi

You must be logged in to post a comment Login