Assegnati 53mila euro al Comune di Latina per recuperare immobile confiscato

Archivio Altre Notizie  

Pubblicato 02-12-2019 ore 17:14  Aggiornato: 09-12-2019 ore 17:11

La Regione Lazio ha approvato la graduatoria dei progetti ammessi al finanziamento per il recuperi dei beni confiscati alle mafie. Al Comune di Latina sono stati assegnati 53mila euro per ristrutturare

bandito con apposito avviso pubblico per la concessione di finanziamenti, per interventi di ristrutturazione e/o recupero dei beni confiscati alla criminalità organizzata.

L’Amministrazione comunale, tramite il Servizio Decoro, qualità urbana e bellezza. Beni comuni, ha risposto all’avviso pubblico, presentando un progetto di ristrutturazione per un immobile sito in via Gorgoglicino acquisito al patrimonio comunale nel 2013 in seguito a confisca alla criminalità organizzata.

Il progetto, redatto dallo stesso Servizio Decoro, ha come obiettivo adattare e rendere l’immobile agibile per un suo utilizzo per finalità pubbliche e socialmente utili.

Nella graduatoria di province e comuni approvata dalla Regione Lazio, a fronte di 19 progetti presentati, il progetto del Comune di Latina si è posizionato al terzo posto fra quelli ammessi a finanziamento, ottenendo la concessione di un contributo di 53.382,27 euro.

L’assegnazione del finanziamento premia l’impegno di una singola azione che però si inserisce in un quadro più ampio di attività che l’Amministrazione sta sviluppando, insieme alla Prefettura, alla Questura e all’ANBSC, sull’acquisizione al patrimonio e alla destinazione per scopi istituzionali e sociali dei beni confiscati, e ancor più sulla promozione di una cultura della legalità, della lotta alla corruzione e della cittadinanza responsabile.

«La destinazione dei beni sottratti alla criminalità ad usi che diano risposta alle diverse esigenze sociali – commenta la Vicesindaco Maria Paola Briganti – rappresenta il vero obiettivo delle confische e certo quello che meglio realizza concretamente il ripristino della legalità sui territori».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA    

Condividi

You must be logged in to post a comment Login