Avvicinava le sue vittime e poi le ripuliva la casa: arrestata la “donna bionda” di Aprilia.

Archivio Cronaca  

Pubblicato 10-11-2017 ore 09:10  Aggiornato: 19-11-2017 ore 09:01

Avvicinava le sue vittime con una scusa banale, conquistava la loro fiducia e poi ripuliva le loro case. La Polizia ha arrestato a Roma la “Donna Bionda”, una 53enne originaria di Genova ma da tempo residente ad Aprilia. Il modus operandi variava da situazione a situazione: entrava nelle case delle vittime, le salutava e, con la scusa di avere sete o di festeggiare il compleanno, riempiva i loro bicchieri con una bibita che aveva con sè. Unico scopo: narcotizzarle facendole cadere in stato di incoscienza e poi fare razzia di tutti i loro averi. Le vittime – spiega la Polizia – spesso raccontavano di una “donna bionda”: gli investigatori sono riusciti a ricostruire la “carriera” della 53enne di Aprilia e a richiedere un’ordinanza di custodia cautelare, notificata ieri alle prime luci dell’alba. In casa dell’arrestata la Polizia ha rinvenuto e sequestrato diversi gioielli ed un orologio.

Il giorno prima di mettere a segno le truffe, la donna avvicinava le vittime alla fermata del bus, fuori dalla banca, iniziava ad intrattenere una conversazione tipo: “l’aiuto a portare la spesa a casa” – “ma lei abita sempre nello stesso palazzo?…vengo a trovarla domani” e una volta ottenuta la loro fiducia si presentava a casa il giorno dopo.

Ammanettata R.M.V. queste le sue iniziali, con numerosi precedenti di polizia e diversi alias, è stata accompagnata nella sua nuova residenza: il carcere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA    

Letto 5054  volte

Notizie Correlate

You must be logged in to post a comment Login