Benzinai in sciopero per due giorni

Archivio Altre Notizie  

Pubblicato 04-11-2019 ore 12:13  Aggiornato: 08-11-2019 ore 18:12

Sciopero dei benzinai su strade ed autostrade dalle ore 6 di mercoledì 6 novembre fino alle ore 6 di venerdi’ 8 novembre. A darne notizia è la Confesercenti di Roma e del Lazio che sta registrando, per il tramite della sua Federazione di categoria, la FAIB, le adesioni delle aziende aderenti.

Nell’occasione Confesercenti ricorda che la “categoria dei gestori chiude per sciopero per protestare contro la politica fiscale del governo e contro la negazione dei diritti ad una categoria allo stremo”. Lo sciopero è attuato su tutto il territorio nazionale ed è stato promosso dalle Organizzazioni di categoria Faib Confesercenti, Fegica Cisl e Figisc/Anisa Confcommercio.

In occasione della prima giornata di sciopero, il 6 novembre, le organizzazioni di categoria daranno vita ad una Manifestazione/concentramento in Piazza del Parlamento e terranno una Conferenza stampa nella Sala del Capranichetta adiacente. E’ previsto l’arrivo a Roma di molte delegazioni provenienti dal territorio.

Nel merito, la Confesercenti fa sapere che la protesta è rivolta innanzitutto nei confronti del Governo, “che sta gravando – con adempimenti inutili e cervellotici – su l’intera Categoria con provvedimenti che vanno: dalla fatturazione elettronica, ai Registratori di cassa Telematici (anche per fatturati di 2 mila €/anno); dalla rimodulazione dell’Indice Sintetico di Affidabilità fiscale (ISA) irraggiungibile per i Gestori, all’introduzione di Documenti di Trasporto (Das) e modalità di Registrazione giornaliera in formato elettronico; dall’invio dei corrispettivi giornalieri in formato elettronico fino al gravame fiscale e contributivo per i Gestori che non ricevono – in tempo – da Fornitori e Agenzia delle Entrate i documenti necessari per la loro contabilità”.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA    

Condividi

You must be logged in to post a comment Login