Bracciante agricolo picchiato ad Aprilia, il sindaco: “Fatti che danneggiano la città e gli imprenditori onesti”

Archivio Politica  

Pubblicato 23-09-2020 ore 18:48  Aggiornato: 30-09-2020 ore 18:45

“La violenza utilizzata per risolvere una controversia di lavoro danneggia l’immagine della Città e di tante aziende e tanti imprenditori onesti e virtuosi che operano sul nostro territorio”. Il Sindaco di Aprilia Antonio Terra torna sulla vicenda dell’operaio agricolo indiano che qualche settimana fa è stato malmenato dal proprio datore di lavoro, a Campoverde, perché aveva chiesto di esser pagato dopo l’attività svolta.

“Sul fatto si pronunceranno ovviamente le autorità giudiziarie – aggiunge il primo cittadino – a me preme innanzitutto esprimere la totale solidarietà della Città di Aprilia al giovane lavoratore vittima di violenza e al contempo condannare un comportamento che purtroppo non è nuovo nelle campagne pontine. Il Comune è a fianco di chi, attraverso il lavoro, crea valore per la nostra comunità, sia esso un operaio o un imprenditore. Rigetta invece una visione primitiva dei rapporti umani, che affida alla violenza l’ultima parola”. 

“Parlo non solo a nome della politica – conclude il Sindaco Terra – ma anche per tutti quegli imprenditori corretti e onesti che contribuiscono a rendere bello e operoso il nostro territorio, spesso aiutando i propri operai ben oltre i normali rapporti lavorativi. Spero che questo episodio sia solo un fatto isolato e mi unisco al coro di coloro che hanno chiesto a gran voce che, su questa vicenda, venga fatta presto giustizia”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA    

Condividi

You must be logged in to post a comment Login