Calcio. Serie D: tra Aprilia e Vastese finisce con un pari

Archivio Sport  

Pubblicato 30-11-2020 ore 09:35  Aggiornato: 07-12-2020 ore 09:12

E’ finita si dice solo al fischio finale ed una pregevole punizione di capitan Ruben Olivera regala all’Aprilia il meritato 3-3 dopo una partita caratterizzata da diversi episodi. I padroni di casa scendono in campo al Quinto Ricci con una formazione ampiamente rimaneggiata: fuori per squalifica Camara (fermato per 2 giornate) e per infortunio Bosi, Ouedraogo, Sossai, Corelli, Frasca e Lorenzo Mattei. L’Aprilia parte subito forte e al 2’ si rende pericolosa sull’asse Luciani – Nohman con la conclusione dell’attaccante che termina a lato. Al 21’ il vantaggio della Vastese: Martiniello si libera di Esposito sulla sinistra, cross teso al centro per Bernardi che di testa batte Manasse per il vantaggio ospite. Al 26’ l’Aprilia prova a reagire con un lancio di Olivera per De Marco, chiuso all’ultimo in angolo. Sugli sviluppi del corner corner di Olivera, colpo di testa di Ferri che mette di poco alto sopra la traversa. Al 31’ il raddoppio della Vastese: cross dalla sinistra di Diallo per Bernardi che, di testa, batte nuovamente Manasse. Si va al riposo sul punteggio di 2-0 per la Vastese e, ad inizio ripresa, Galluzzo inserisce Pezone al posto di Lapenna. La squadra di casa cerca subito di rendersi più pericolosa e al 5’ trova la rete che riapre il match con un gran destro di Aglietti che tocca il palo e si insacca per l’1-2. Ancora Aprilia in avanti con una conclusione dal limite di Olivera, su tocco corto di Pezone, che termina a lato al 9’. All’11’ grave errore in disimpegno di Ferri, ne approfitta Bernardi che batte Manasse per la terza volta nel match. Il contraccolpo psicologico per l’Aprilia è evidente ma gli episodi, come spesso accade nel calcio, cambiano la situazione. Al 19’ la Vastese resta in 10 uomini per la doppia ammonizione subita da Valerio, davvero molto ingenuo nel fallo duro a centrocampo che fa scattare il secondo cartellino giallo. L’Aprilia tenta il tutto per tutto con l’ingresso di un’altra punta, il giovane Bernardini, al posto di Aglietti con Galluzzo che passa ad uno spregiudicato 4-2-4 alla ricerca di un gol che possa riaprire il match. Al 40’ la speranza si tramuta in realtà con De Marco che, sugli sviluppi di un corner di Olivera, è il più lesto di tutti a ribadire in rete da posizione ravvicinata per il gol del 2-3. I padroni di casa ci credono ma subiscono, al 43’, un rosso diretto verso Esposito, reo di aver colpito in modo violento un avversario in area di rigore. La squadra di Galluzzo però non demorde e conquista al 46’ un’ottima punizione dal limite con Calisto: da posizione defilata si incarica della battuta lo specialista e capitano Ruben Olivera che, con una traiettoria straordinaria, tocca il palo e firma con una perla delle sue la rete del definitivo 3-3 con l’esplosione di gioia di tutta la squadra e la panchina locale. Non c’è più spazio per altre emozioni con l’Aprilia che nel finale prova anche il sorpasso senza però successo. Al Quinto Ricci finisce 3-3 tra Aprilia e Vastese.

APRILIA – VASTESE 3-3

APRILIA Manasse, Succi, Esposito, Nohman, Olivera, Ferri (36’st Vespa), Lapenna (1’st Pezone), Luciani, Calisto, Aglietti (23’st Bernardini), De Marco PANCHINA Pucciarelli, Pollace, Emili, Battisti, Mattei D., Ruggieri ALLENATORE Galluzzo

VASTESE Abazi, Valerio, Gentile (26’st Solimeno), Cardinale, Di Filippo, Diallo, De Angelis, Obodo (19’pt Logoluso), Martiniello (36’st Altobelli), Calabrese (8’st Di Prisco), Bernardi (18’st Sorgente) PANCHINA Di Rienzo, Corcione, Sansone, Guarracino ALLENATORE Silva

MARCATORI Bernardi 21’pt, 31’pt, 11’st (V), Aglietti 5’st (A), De Marco 40’st (A), Olivera 46’st (A)

ARBITRO Gai di Carbonia 6.

ASSISTENTI Attardi di Ragusa, Scribani di Agrigento

NOTE – Espulsi Valerio (V) al 19’st per doppia ammonizione, Esposito (A) al 43’st per condotta violenta Ammoniti Olivera, Luciani Rec 1’pt, 4’st

© RIPRODUZIONE RISERVATA    

Condividi

You must be logged in to post a comment Login