HomeArchivio SportCampionati di Società Cadetti/e allo Stadio Paolo Rosi di Roma: ottima prestazione...
spot_img

Campionati di Società Cadetti/e allo Stadio Paolo Rosi di Roma: ottima prestazione di Niccolò Di Tullio della Runforever Aprilia.

Articolo Pubblicato il :

Domenica 1° maggio si sono svolti allo Stadio Paolo Rosi di Roma i Campionati di Società Cadetti/e. La Runforever Aprilia si è presentata in pista con tre dei suoi migliori atleti che hanno gareggiato nelle gare di corsa e salti.

Simone Mannetta nella gara dei 150 metri ha migliorato il suo primato ottenuto la settimana precedente sempre al Paolo Rosi, correndo la distanza in 24″10.

Simone Castiglia partecipa alla gara di mezzofondo di 600 metri dove conferma la sua migliore prestazione coprendo la distanza di mezzofondo veloce in 1:44″21 a pochi centesimi dal suo precedente primato.

Niccolò Di Tullio e Simone Castiglia si presentano alla pedana del salto in alto con altri 17 atleti. Niccolò con 1,64 metri ha il secondo miglior accredito, anche se ormai obsoleto ottenuto lo scorso anno a Rieti. Simone deve invece provare a migliorare il suo accredito di 1,25 metri.

La gara di salto in alto inizia con l’asticella posta ad 1,15 metri con una progressione nell’altezza di 5 cm. fino ad arrivare a 1,50. Simone entra in gara a 1,25 metri passando l’asticella al primo tentativo anche a 1,30. Sbaglia il primo tentativo a 1,35 superando l’asticella al secondo e poi passa direttamente alla misura di 1,45 stabilimento il suo nuovo primato.

Niccolò deve rimanere ancora in panchina ad aspettare che l’asticella arrivi ad una misura adatta alle sue qualità. Man mano che la gara prosegue escono di gara oltre a Simone altri atleti, rendendo più snello il proseguimento della gara stessa. L’asticella passa alla misura di 1,53 poi 1,56, 1,58.

Finalmente dopo più di un’ora di attesa entra in gara Niccolò con la misura di 1,60 passando con facilità al prossimo turno di 1,62 a cui tra l’altro decide di non partecipare per la semplicità dell’obiettivo. Quindi torna in gara con la misura di 1,64 che è il suo vecchio primato in gara saltandolo facilmente al primo tentativo come per le seguenti progressioni di 1,66, 1,68, 1,70, 1,72 mentre man mano altri atleti debbono abbandonare la gara. Ma è a questo punto che la gara si fa veramente entusiasmante.

Rimangono in gara solo due atleti e con un po’ di suspense ambedue superano l’asticella posta ad 1,74 metri al secondo tentativo. Siamo ben oltre le aspettative per tutti e due gli atleti. La misura da superare ora è di 1,76 metri che impressiona un po’ visto che i ragazzi sono alti più o meno come l’asticella. I due atleti hanno fatto ormai amicizia visto il prolungarsi della gara che ormai dura da più di un’ora e mezza. Il primo a saltare è Niccolò che fa cadere l’asticella.

Purtroppo si fa sentire un’infiammazione all’ileopsoas destro occorsa negli allenamenti precedenti che lo fa zoppicare vistosamente tanto che anche i giudici di gara si preoccupano. Anche l’altro concorrente butta giù l’asticella. Siamo al secondo tentativo e con un’emozione strepitosa Niccolò atterra sul tappeto senza far cadere l’asticella, facendo esultare tutto il pubblico che lo aveva seguito nelle sue progressioni. L’altro atleta Andrea Stipi dell’A.S.D. Atletica Viterbo esce di gara tra gli applausi dopo tre tentativi andati male.

Il solo a rimanere è Niccolò che prova a saltare 1,78 ma ormai troppo dolorante non riesce nell’impresa tanto che viene soccorso dal medico di gara che deve applicarli del ghiaccio spray sulla zona bassa del fianco destro.

Si conclude così quest’avventura strepitosa con Niccolò che si appresta ad andare verso la zona premiazioni, allontanandosi dalla pedana del salto in alto zoppicando ma felice per aver stabilito il suo nuovo primato migliorando la precedente prestazione di ben 12 centimetri.

Questo suo nuovo record gli permette di scalare la graduatoria stilata dalla Federazione Italiana di Atletica Leggera con le migliori prestazioni stagionali nazionali realizzate per ogni atleta nella specialità dell’High Jump della sua categoria Cadetti, portandolo al 2° posto parimerito, e di essere convocato dal Comitato Regionale FIDAL Lazio ai raduni per eventi o allenamenti di approfondimento con tecnici federali per migliorare le capacità e qualificare ulteriormente gli atleti nelle loro specialità.

La A.S.D. Runforever Aprilia entusiasta di aver portato sul gradino più alto del podio il proprio atleta, davanti ad una platea importante come quella dello stadio romano del Paolo Rosi, si augura che Niccolò possa recuperare velocemente l’infortunio e tornare al più presto nei campi di allenamento per riprendere a saltare e correre visto che Niccolò è anche un ottimo velocista. Un ringraziamento speciale al nostro sponsor principale Rida per il fondamentale sostegno alla crescita dei giovani del territorio, ai nostri tecnici e ai genitori tutti.

spot_img
ARTICOLI CORRELATI

NOTIZIE PIù LETTE