HomeArchivio Altre NotizieCisterna – Con “Prima il lavoro” si parla la lingua dell’integrazione
spot_img

Cisterna – Con “Prima il lavoro” si parla la lingua dell’integrazione

Articolo Pubblicato il :

Proseguono le iniziative promosse nell’ambito del progetto “PRIMA IL LAVORO – PRogetto per l’Integrazione lavorativa dei MigrAnti nel LAZIO”, finanziato con il Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione (F.A.M.I.) 2014-2020, con il coordinamento della Regione Lazio e realizzato dai Comuni del Distretto LT1 sui territori di Aprilia, Cisterna di Latina, Cori e Rocca Massima.

 Nell’ultimo mese, all’interno dei percorsi di lingua italiana per stranieri, attivati con la collaborazione del CPIA (Centro Provinciale per l’Istruzione degli Adulti) di Latina sono state ampliate le proposte formative permettendo agli iscritti di usufruire di incontri divulgativi su servizi per l’impiego, mercato del lavoro locale, contratti e normativa a tutela dei lavoratori.

Gli incontri, progettati all’interno della locale Cabina di regia territoriale del Progetto “PRIMA il lavoro”, sono stati curati dal C.O.L. di Cisterna di Latina in collaborazione con lo sportello  One Stop Shop di mediazione culturale.

«Circa 30 cittadini di varie nazionalità, impegnati nei percorsi di apprendimento dell’italiano a livello A1 ed A2 – spiega l’assessore alle Politiche Sociali, Carlo Carletti -, hanno avuto l’opportunità di conoscere l’organizzazione dei servizi per il lavoro presenti sul territorio regionale, nonché di ricevere informazioni utili per capire quali documenti siano necessari per accedere al mercato del lavoro e quali siano le principali tipologie contrattuali previste dalla normativa vigente. Inoltre, nell’ultima parte degli incontri, ai partecipanti sono stati presentati gli articoli della Costituzione Italiana dedicati al lavoro con l’intento di fornire, oltre alle informazioni sia sui servizi e strumenti utili all’inserimento lavorativo, anche la conoscenza e consapevolezza dei diritti e dei doveri, alla base di ogni vera integrazione».

I contenuti sono stati presentati agli allievi dapprima in italiano, con il supporto di slide, e successivamente tradotti in inglese e ucraino, le lingue parlate dai partecipanti, al fine di permettere la piena comprensione delle informazioni fornite. In questo lavoro di traduzione, l’operatrice del C.O.L. è stata supportata, laddove necessario, dalla mediatrice di lingua ucraina, in servizio presso lo sportello di mediazione culturale One Stop Shop.

Al termine degli incontri, i partecipanti hanno ricevuto copia in lingua italiana del materiale informativo utilizzato e sono state distribuite delle dispense sintetiche, curate dallo sportello One Stop Shop ed attualmente disponibili in lingua inglese, francese e spagnola.

Il livello di gradimento del servizio fornito dagli sportelli One Stop Shop (mediazione culturale) e C.O.L. (orientamento al lavoro) è stato infine registrato attraverso la somministrazione di questionari, con la finalità di valutare la ricaduta delle attività realizzate dal Progetto “PRIMA il lavoro” e progettare gli interventi futuri con modalità sempre più rispondenti ai bisogni espressi dai beneficiari.

spot_img
ARTICOLI CORRELATI

NOTIZIE PIù LETTE