CISTERNA – Lavori nei quartieri “C8-C9”: vertice in Comune, via Marconi verrà riaperta al traffico leggero.

Archivio Altre Notizie  

Pubblicato 19-10-2017 ore 12:43  Aggiornato: 26-10-2017 ore 12:41

Avanzamento dei lavori nei quartieri “C8-C9” a Cisterna: ieri in Comune si è tenuto un incontro tra il Sindaco, Eleonora Della Penna, ed i tecnici di Acqualatina. Da alcuni mesi  la società è al lavoro per la realizzazione di un nuovo collettore fognario che raccoglierà – e consegnerà all’impianto di depurazione di Cerciabella – i reflui provenienti dai nuovi centri urbani dei quartieri “C8-C9”, nonché quelli provenienti dal quartiere San Valentino e da Via Marconi. Nel corso dell’incontro i tecnici Acqualatina hanno annunciato l’imminente riapertura di Via Marconi. A partire dalla prima settimana di novembre il traffico sarà riaperto per i mezzi leggeri e a velocità ridotta. Il termine dei lavori è previsto per la primavera 2018.

Solo allora sarà possibile ripristinare definitivamente il manto stradale e riaprire la strada alla normale viabilità. I tecnici hanno poi illustrato alcune importanti modifiche apportate al progetto iniziale, che prevedono un potenziamento dell’infrastruttura fognaria: il nuovo collettore, infatti, non sostituirà la condotta attualmente insistente nell’area, come inizialmente previsto, ma l’affiancherà, cosicché la preesistente condotta possa essere utilizzata per convogliare le acque meteoriche.

“In questo modo, il progetto, oltreché estinguere il fenomeno degli scarichi fognari diretti nei terreni privati, – spiega il Comune – garantirà anche un miglior deflusso di rete, minimizzando il rischio di sovraccarico della rete e fuoriuscita di liquami.

I tecnici, inoltre, sono al lavoro per la sostituzione di tutti gli allacci fognari ammalorati. Si tratta di un cambiamento importante, per il servizio della zona. Grazie a questi interventi, i quartieri “C8-C9” potranno beneficiare di un servizio fognario efficiente.

Queste opere sono di estrema rilevanza e sposano appieno i prìncipi di innovazione e tutela ambientale che sono alla base del piano industriale societario”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA    

Letto 242  volte

Notizie Correlate

You must be logged in to post a comment Login