CISTERNA – Rischio di chiusura del punto primo intervento, presentata un’interrogazione.

Archivio Politica  

Pubblicato 27-09-2016 ore 12:57  Aggiornato: 03-10-2016 ore 12:53

Marisa Di Lelio
Marisa Di Lelio

Rischio di chiusura del punto primo intervento di Cisterna. Anche dai banchi dell’opposizione, per voce della consigliera comunale Marisa Di Lelio, si solleva l’appello affinché il presidio sanitario non chiuda. Nel corso della scorsa seduta di Consiglio comunale, Marisa Di Lelio ha presentato un’interrogazione scritta al sindaco, Eleonora Della Penna, su un problema molto sentito e in questi ultimi giorni tornato di forte attualità in città, in seguito all’informativa emanata dalla Direzione Salute e Politiche Sociali ai direttori generali delle Asl laziali: 7 su 13 punti di primo intervento della nostra regione sarebbero messi in discussione secondo quanto previsto dal decreto ministeriale.

“La più colpita da tale riorganizzazione – afferma la consigliera Di Lelio – risulterebbe essere la provincia di Latina dove la struttura di Cisterna è tra le sette più a rischio.

Un fatto simile priverebbe i cittadini di questo importante servizio sanitario che, al contrario, andrebbe potenziato e valorizzato essendo l’unico punto di riferimento nella zona in grado di offrire, a chi ne ha bisogno, un immediato e spesso urgente intervento medico.

Il Consiglio comunale tenuto a Cisterna per discutere della situazione sanitaria locale e provinciale in presenza dell’ex direttore generale dell’ASL Caporossi, di dirigenti sanitari e personalità politiche regionali, lasciava ben sperare in una soluzione positiva per il problema della nostra città, anche con la formazione di una Commissione mista Comune – ASL per ripensare l’offerta sanitaria a beneficio del territorio interessato. Invece, ad oggi, il risultato è deludente, con il rischio dell’imminente chiusura dei punti di primo intervento”.

Per tutti questi motivi, la consigliera di opposizione chiede quali iniziative concrete, visti i risultati, l’amministrazione intende portare avanti per scongiurare la disattivazione di questo importante presidio sanitario e qual è l’operato della commissione mista appositamente creata.

Anche Di Lelio, al posto della possibile chiusura, propone invece un deciso rilancio del Punto di Primo Intervento di Cisterna e pertanto chiede “come procedere per giungere ad un potenziamento della struttura che opera in uno stato di forte disagio per mancanza del personale necessario, di attrezzature adeguate e di una regolare manutenzione al fine di operare con sicurezza e garantire ai cittadini la massima affidabilità”.

“Un invito a non desistere – conclude Di Lelio rivolgendosi al sindaco – tenendo conto che il suo impegno e i suoi interventi saranno supportati anche dal ruolo che riveste come Presidente della Provincia”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA    

Condividi

You must be logged in to post a comment Login