CISTERNA – Sorpresi a rubare in un podere, aggrediscono il proprietario: due rom in manette, uno ha solo 14 anni.

Archivio Cronaca  

Pubblicato 12-10-2017 ore 11:12  Aggiornato: 20-10-2017 ore 11:10

Sorpresi a rubare in un podere agricolo, nella zona di via Prato Cesarino, a Cisterna, aggrediscono il proprietario: due rom, domiciliari ad Aprilia, vengono arrestati in flagranza di reato dai Carabinieri; uno ha solo 14 anni. Il fatto è accaduto ieri sera attorno alle 20.30. I militari del Norm del del Reparto Territoriale di Aprilia, allertati dai una telefonata, si sono portati sul posto assieme ai colleghi della stazione di Borgo Podgora, bloccando i due individui. Poco prima, la coppia – un 23enne ed un 14enne, domiciliati presso il campo nomadi di via del Sughereto, ad Aprilia –  si erano introdotti furtivamente all’interno dell’azienda. Il proprietario, dopo che li aveva sorpresi a caricare a bordo di un furgone circa 20 quintali di materiale ferroso ed attrezzature agricole, era stato aggredito brutalmente.

I due arrestati, entrambi con precedenti di polizia, sono stati ora associati rispettivamente presso la casa circondariale di Latina e presso il centro di prima accoglienza per minori di Roma.

La vittima ieri sera aveva tentato di sbarrare la via di fuga dei due stranieri, utilizzando il proprio automezzo, scatenando però la loro reazione violenta. L’arrivo dei militari dell’arma ha consentito di bloccare e trarre in arresto i due rapinatori, evitando che la vittima, colpita da calci e strattonata energicamente, potesse riportare ulteriori conseguenze.

L’intera refurtiva è stata recuperata e riconsegnata al proprietario del podere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA    

Letto 993  volte

Notizie Correlate

You must be logged in to post a comment Login