Colpi in serie alla Conbipel di Aprilia, 38enne in carcere: suo anche il colpo del 13 aprile scorso.

Archivio Cronaca  

Pubblicato 18-05-2017 ore 11:51  Aggiornato: 26-05-2017 ore 11:30

Rapine in serie alla Conbipel di Aprilia, sulla via Pontina. I Carabinieri del Reparto Territoriale questa mattina hanno notificato presso il carcere di Velletri un’ordinanza di custodia cautelare – emessa dal Tribunale di Latina – a carico di un 38enne, già riconosciuto colpevole delle tre rapine consumatesi alla Conbipel di Aprilia tra l’ottobre del 2016 ed il gennaio del 2017. Le indagini dei militari avrebbero permesso di appurare che l’uomo – in carcere dallo scorso 24 aprile – sarebbe responsabile anche del quarto colpo messo a segno a danno della stessa attività, il 13 aprile scorso; una rapina che fruttò circa 700 euro. Lo scorso febbraio il 38enne – che agiva sempre con volto travisato ed armato di pistola – sarebbe entrato in azione per ben due volte anche alla Asl di Ardea.

R.M., queste le iniziali dell’arrestato è accusato anche dei seguenti colpi:

–        rapina ai danni del negozio “Conbipel” di Aprilia, consumata il 3 ottobre 2016, che fruttò 7.000,00 euro circa;

–        rapina ai danni del negozio “Conbipel” di Aprilia, consumata il 7 novembre 2016, che fruttò 11.000,00 euro circa;

–        rapina ai danni del negozio “Conbipel” di Aprilia, consumata il 5 gennaio 2017, che fruttò 8.000,00 euro circa;

–        tentata rapina dell’11 febbraio 2017 e rapina del 17 febbraio 2017 ai danni della Asl di Ardea, che fruttarono 400,00 euro circa.

“Il quadro indiziario a carico dell’uomo – spiegano in una nota i Carabinieri – è il frutto di una complessa attività di indagine posta in essere da varie articolazioni del Reparto Territoriale Carabinieri di Aprilia. L’importante risultato è stato raggiunto grazie ad un’attenta attività di analisi non solo dei singoli eventi, ma anche del profilo del malvivente, già noto alle forze dell’ordine.

Il modus operandi, l’imprevedibilità e la pericolosità dell’uomo (che agiva sempre con volto travisato ed armato di pistola) hanno reso necessari numerosi appostamenti e pedinamenti anche notturni finalizzati non solo alla cristallizzazione di schiaccianti elementi probatori, ma anche alla localizzazione del covo del rapinatore. L’arrestato rimane ristretto presso la casa circondariale di Velletri”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA    

Letto 2733  volte

Notizie Correlate

You must be logged in to post a comment Login