Controlli del Nas nei laboratori analisi che fanno tamponi, denunce a Latina ed Aprilia

Archivio Cronaca  

Pubblicato 01-12-2020 ore 15:19  Aggiornato: 08-12-2020 ore 15:00

Verifiche nei laboratori analisi della provincia di Latina. Il Nas è intervenuto ispezionando 20 laboratori, 7 a Frosinone e 13 a Latina. Nello specifico, nel capoluogo  il legale responsabile ed il direttore tecnico di un laboratorio di analisi sono stati denunciati all’autorità giudiziaria poiché ritenuti responsabili di aver falsamente attestato alla Regione Lazio l’esecuzione di test per la ricerca del Covid-19 al prezzo convenzionato, richiedendo invece agli utenti una somma superiore. Denunciati anche il legale responsabile ed il direttore sanitario di un laboratorio di analisi di Aprilia che, pur avendo attestato il contrario, non aveva i requisiti strutturali ed organizzativi per effettuare i test antigenici

 Le ispezioni, condotte su scala nazionale, hanno rilevato irregolarità presso 67 centri oggetto di controllo, contestando 94 violazioni penali ed amministrative, per un ammontare di 145 mila euro di sanzioni pecuniarie. Di queste il 60% delle violazioni rilevate dai NAS è attribuibile all’inosservanza di norme e comportamenti connessi con l’applicazione delle misure di contenimento epidemico.

Nel dettaglio, tra le irregolarità più frequenti, è stato rilevato il mancato possesso autorizzativo circa lo svolgimento di attività di prelievi ematici e biologici (tamponi), svolti abusivamente e in ambienti non idonei (15% delle violazioni contestate).

Per quanto riguarda l’omessa / ritardata comunicazione dei casi di positività emersi a seguito delle analisi cliniche sugli utenti, il dato è risultato pari al 14% rispetto alle sanzioni rilevate. Tali inosservanze sono ritenute di particolare gravità per la perdita di informazioni utili alla corretta e tempestiva tracciatura di casi e conseguente diffusione incontrollata di situazioni di contagio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA    

Condividi

You must be logged in to post a comment Login