fbpx
HomeArchivio CronacaCoronavirus a Pomezia, "Il contagio partito dal concerto dei Jonas Brothers ad...
spot_img

Coronavirus a Pomezia, “Il contagio partito dal concerto dei Jonas Brothers ad Assago, al Pascal per ora test negativi”

Articolo Pubblicato il :

La Regione Lazio informa: “nessun focolaio autoctono, nessun positivo residente a Roma”. L’indagine epidemiologica effettuata sui casi di Torvaianica, a Pomezia, evidenzia un link epidemiologico con l’evento musicale del 14 Febbraio scorso al Forum di Assago, dove si esibivano i Jonas Brothers ed altri gruppi. La sequenza temporale dell’esordio dei sintomi e l’analisi sierologica depongono per contatto non autoctono – precisano dalla Pisana – ma derivante dalla Lombardia. Il contact racing nel quale vengono riportati nel dettaglio contatti, trasporti e soggiorni – spiega la Regione Lazio – è stato immediatamente messo a disposizione del Ministero della Salute, come da protocollo. Si conferma pertanto che ad oggi non ci sono focolai nel territorio della regione Lazio e non ci sono cittadini residenti a Roma positivi al COVID19”. 

Intanto, sono risultati negativi i primi test sui ragazzi, i genitori e gli insegnanti della classe 3C del liceo Pascal di Pomezia, posti in sorveglianza domiciliare. Lo ha detto all’Ansa il direttore sanitario dell’Istituto Spallanzani di Roma, Francesco Vaia.

“Il servizio di igiene e sanità pubblica della Asl Roma 6 hanno contattato ieri telefonicamente tutti i ragazzi, i genitori e gli insegnanti della classe 3 C dell’istituto Pascal di Pomezia. Sono tutti asintomatici – spiega il Comune di Pomezia – e sono stati posti in sorveglianza domiciliare. Inoltre sono in corso i contatti con i medici di medicina generale delle famiglie per informarli dell’evoluzione. È stato inoltre contattato il maestro di pianoforte anche lui asintomatico e posto in sorveglianza domiciliare. Sono state date indicazioni per la sanificazione dell’istituto. Il Sindaco viene costantemente aggiornato. Un ringraziamento agli operatori per lo straordinario lavoro che stanno facendo per rintracciare tutti i contatti stretti. Lavoro che proseguirà durante tutta la notte e nella giornata di domani.

L’Assessore alla Scuola della Regione Lazio Claudio Di Berardino ha convocato, intanto, i Sindaci del litorale, il Dirigente dell’Ufficio scolastico regionale e i Dirigenti scolastici dell’Ambito 16 firmatari della richiesta di chiusura delle scuole, per un incontro che si terrà domani oggi in Regione. 

 

spot_img
ARTICOLI CORRELATI

NOTIZIE PIù LETTE