Droga, in Corte d’Appello dimezzata la condanna per o’ Principe di Tor Bella Monaca

Archivio Cronaca  

Pubblicato 24-09-2021 ore 17:37  Aggiornato: 01-10-2021 ore 17:31

Si è concluso venerdì 17 settembre il processo davanti la Corte d’Appello di Roma a carico di 20 imputati chiamati a rispondere del reato di associazione ai fini di spaccio; operazione nota per il capo gruppo denominato ‘O Principe.

La vicenda ha visto protagonista l’area di Tor Bella Monaca, una piazza in cui – secondo l’accusa – l’attività di spaccio di stupefacenti fruttava 15 mila euro al giorno, che diventavano 20 mila il fine settimana.

Gli imputati, tutti sottoposti a misure cautelari restrittive, in primo grado avevano scelto di essere giudicati con rito abbreviato.

Il giudizio in grado di appello, visto il numero delle posizioni da discutere, si è svolto in 4 udienze e si è concluso con la riforma della sentenza di primo grado. I Giudici della Corte d’appello di Roma hanno infatti ritenuto non sussistente l’ipotesi dell’associazione, modifica che ha determinato una rideterminazione ed una importante riduzione di tutte le condanne. Tra 90 giorni i motivi. O Principe in primo grado era stato condannato a 18 anni, ora dovrà scontare 9 anni 6 mesi e 10 giorni di carcere.

Tra i difensori degli imputati gli avv.ti Alessandro Marcucci, Valentina Macor, Valerio Spigarelli, Chiara Sorcecchi, Roberto Porcaro, Daniele Karrer.

Foto AdnKronos

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA    

Condividi

You must be logged in to post a comment Login