Cisterna, donna uccisa e ritrovata dalla figlia: Elisa Ciotti colpita alla testa

Archivio Cronaca  

Pubblicato 10-06-2019 ore 11:08  Aggiornato: 17-06-2019 ore 11:06

E’ stata rinvenuta dalla figlia di 10 anni, priva di vita, Elisa Ciotti la donna di 35 anni forse uccisa dal marito al culmine di una lite avvenuta nella loro abitazione di via Palmarola, a Cisterna, in una zona residenziale del quartiere San Valentino. La donna è stata colpita alla testa con un oggetto non ancora rinvenuto e deceduta per la ferita lacero-contusa. L’appartamento è stato passato al setaccio, ma dell’arma non c’è traccia. La lite tra la coppia sarebbe avvenuta attorno alle 4 del mattino, – come hanno riferito alcuni vicini – poi il marito, un camionista, sarebbe uscito di casa per andare al lavoro. La bimba si sarebbe svegliata attorno alle 8.30 ritrovando la madre sul letto della camera matrimoniale, senza vita. La piccola ha chiamato un familiare ed ha chiesto aiuto. Sul posto poi sono interventi i sanitari del 118, altri parenti, i carabinieri di Latina ed Aprilia e il magistrato della Procura di Latina Andrea D’Angeli. I militari hanno rintracciato il marito dopo un paio d’ore e l’hanno sottoposto ad un lungo interrogatorio. La sua auto era parcheggiata fuori dalla villetta, si tratta di una Bmw station wagon, che è stata sequestrata.

“Non siamo ancora riusciti a recuperare l’arma usata per il delitto”, ha spiegato ai giornalisti questa mattina il comandante provinciale dei carabinieri di Latina, Gabriele Vitagliano. “Per ora sappiamo che attorno alle 4.00 di questa mattina c’è stato un litigio violento – ha aggiunto il colonnello – il marito è uscito di casa attorno alle 7, sarebbe stato raggiunto da un amico che è venuto a prenderlo per poi andare al lavoro. E’ stata la bimba a chiamare un parente chiedendo aiuto, poi è arrivata la telefonata ai carabinieri. Stiamo ora eseguendo ulteriori accertamenti – ha concluso il comandante provinciale dei carabinieri – per chiarire ogni cosa”.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA    

Letto6206 volte

Condividi

You must be logged in to post a comment Login