HomeArchivio CronacaGoogle smaschera un 40enne di Cisterna dedito alla pedopornografia
spot_img

Google smaschera un 40enne di Cisterna dedito alla pedopornografia

Articolo Pubblicato il :

E’ stato Google a far scoprire un 40enne di Cisterna che avrebbe scaricato materiale pedopornografico. La Polizia Postale è intervenuta a casa dell’uomo, che vive con i genitori pensionati, sequestrando il computer e l’hard disk. L’azione è scattata dopo che Google ha inviato una segnalazione al Centro nazionale per il contrasto alla pedopornografia.

Oggi, 5 maggio, è la giornata nazionale per la lotta alla pedofilia. La Polizia Postale del Lazio ha reso noti alcuni dati. Cresce il numero di soggetti indagati per reati di pedopornografia e adescamento, più precisamente, nel 2021 sono stati 7 i soggetti tratti in arresto e 116 gli indagati a vario titolo per i reati di adescamento di minori e di detenzione e diffusione di materiale pedopornografico. Sequestrati quasi 20mila gigabyte di contenuti multimediali di natura  illecita. Nel primo trimestre del 2022 tuttavia, la situazione sembra ulteriormente preoccupare poiché il primo trimestre ha già fatto registrare 3 arresti e una custodia cautelare in carcere.

spot_img
ARTICOLI CORRELATI

NOTIZIE PIù LETTE