I dipendenti AbbVie rimettono a nuovo la scuola di Campo di Carne

Altre Notizie  

Pubblicato 11-06-2019 ore 15:27  Aggiornato: 12-06-2019 ore 13:14

Dal 10 al 14 giugno torna “Week of Possibilities”, iniziativa di volontariato dei dipendenti dell’azienda biofarmaceutica AbbVie, a sostegno delle comunità locali, che vede coinvolte complessivamente 9.000 persone dell’azienda nel mondo, di cui 100 in Italia.

Nel nostro paese i dipendenti di AbbVie Italia sono impegnati durante questa sesta edizione dell’iniziativa in attività di volontariato prestando la loro opera in due interventi: il primo ieri e oggi a Roma nel quartiere Tiburtino presso il centro diurno dell’associazione Ain Karim che serve una rete di case famiglie dove trovano ospitalità e supporto donne in gravidanza, giovani madri in difficoltà e i loro figli, ragazzi allontanati dalle famiglie di origine, adolescenti non accompagnati. Poi il 12 e 13 giugno i dipendenti AbbVie realizzeranno opere di miglioramento e sistemazione presso la scuola  primaria “Benedetto Lanza” di Campo di Carne nel comune di Aprilia(LT), che serve una vasta area periferica ed è frequentata da bambini italiani e stranieri.

In particolare a Roma i volontari AbbVie presso il centro diurno dell’associazione Ain Karim  svolgeranno attività di manutenzione del giardino e messa in sicurezza di aree limitrofe, di tinteggiatura e sistemazione degli ambienti per rendere pienamente fruibile il padiglione dove si svolgono attività ricreative, di doposcuola e laboratori per gli ospiti della case famiglia con l’obiettivo di contribuire a migliorare il percorso scolastico e favorire il processo di inserimento. Dopo una prima fase di accoglienza, l’associazione Ain Karim supporta concretamente i giovani e le donne attraverso percorsi di crescita, formazione e lavoro allo scopo di promuovere una vita indipendente delle madri e dei ragazzi più grandi.

La scuola primaria “Benedetto Lanza” di Campo di Carne, area vicina al polo produttivo AbbVie di Campoverde di Aprilia (LT), è frequentata da bambini italiani e stranieri che provengono da un territorio particolarmente esteso e frammentato, carente di servizi e punti di riferimento, dove è forte il tema dell’integrazione. L’istituto scolastico costituisce l’unico luogo di incontro e spazio sociale in cui poter condividere anche momenti di apprendimento. Per questo motivo le attività di volontariato dei dipendenti AbbVie sono rivolte a rendere più fruibile ed accogliente la struttura per gli alunni e le loro famiglie. Saranno realizzate opere di tinteggiatura e di decorazione nell’ingresso, nei corridoi  e nella sala teatro, dove verranno allestite anche quinte teatrali, perché lo spazio possa divenire sempre più luogo di aggregazione, offrendo sia spettacoli che attività formative e ludico-educative. L’obiettivo è supportare il rilevante sforzo di integrazione e i progetti di inclusione che la scuola primaria  “Benedetto Lanza”, aperta l’intera giornata, è impegnata quotidianamente a portare avanti, nonostante la carenza di risorse.

Le attività di volontariato previste nell’ambito di  “Week of Possibilities” nei diversi paesi vengono progettate e realizzate da AbbVie localmente in collaborazione con le onlus presenti sul territorio del network Points of Light, di cui fa parte anche RomAltruista, partner delle iniziative in Italia: una collaborazione volta ad assicurare che gli sforzi dei volontari AbbVie possano risultare quanto più in linea con le esigenze delle comunità di appartenenza e avere per questo un maggiore impatto.

“Attraverso l’iniziativa ‘Week of Possibilities’ all’insegna di -#AbbVieGivesBack  rinnoviamo il nostro impegno a favore delle collettività in cui operiamo” sottolinea Fabrizio Greco, amministratore delegato di AbbVie Italia e aggiunge: “Crediamo che interventi come questi a sostegno delle istituzioni scolastiche del territorio e delle fasce più svantaggiate della popolazione possano contribuire alla crescita delle comunità e a renderle più forti e inclusive”.

Osserva infine Daniela Toia, direttore del polo produttivo AbbVie di Campoverde di Aprilia: “Si tratta di un impegno ampiamente condiviso dai dipendenti dell’azienda, come conferma l’incremento delle adesioni e il crescente coinvolgimento dei volontari AbbVie nell’iniziativa, che rinsalda i rapporti con il territorio attraverso un supporto concreto alle realtà più vulnerabili”.

——————————————-

AbbVie è un’azienda biofarmaceutica globale guidata dalla ricerca, impegnata nello sviluppo di terapie innovative all’avanguardia per alcune delle malattie più complesse e gravi nel mondo. La mission dell’azienda è mettere a disposizione la propria esperienza, persone dedicate e un approccio unico all’innovazione per migliorare significativamente i trattamenti in quattro aree terapeutiche prioritarie: immunologia, oncologia, virologia e neuroscienze. In oltre 75 paesi i dipendenti di AbbVie lavorano ogni giorno con l’obiettivo di realizzare soluzioni sempre più avanzate per la salute delle persone in tutto il mondo. In Italia lavorano circa 1.500 persone tra le divisioni commerciali e il polo produttivo.               

Maggiori informazioni su AbbVie sono disponibili visitando il sito www.abbvie.com e www.abbvie.it. È possibile seguire AbbVie su Twitter, Facebook e LinkedIn

RomAltruista è l’organizzazione no profit nata nell’anno 2011 a Roma per promuovere il volontariato flessibile. Si rivolge a cittadini, associazioni e aziende, con l’obiettivo di facilitare e sviluppare, attraverso la proposta di iniziative rapide, coinvolgenti e di facile realizzazione, la cultura del volontariato. Grazie al proprio database di volontari iscritti al sito in pochi anni RomAltruista ha favorito significativamente l’incontro tra domanda e offerta di volontariato nella capitale, diventando un autorevole e innovativo ponte tra le realtà del terzo settore e i cittadini che credono nel cambiamento e nell’investimento sociale, e s’impegnano per realizzarlo.Ogni anno RomAltruista assicura infatti al territorio di Roma, attraverso la mobilitazione dei volontari, quasi 20.000 ore di volontariato.

                    Maggiori informazioni su RomAltruista sono disponibili visitando il sito www.romaltruista.it.                            È possibile seguire RomAltruista su Twitter e Facebook.

Ain Karim è un’associazione di volontariato attiva a Roma fin dal 1997 che gestisce una rete di  case famiglia sul territorio del quartiere Tiburtino e opera a favore del nucleo mamma-figlio quando questo si trova in una condizione di disagio, fragilità e solitudine. Ad oggi, ha ospitato e sostenuto più di 500 donne e almeno 1000 bambini. Sono accolti nella rete di Ain Karim giovani donne incinte, madri con figli piccoli, bambini allontanati dalle famiglie di origine, adolescenti non accompagnati. E’ la “prima fase” del sostegno che l’associazione offre. Nella “seconda fase” si incoraggiano i percorsi di crescita, formazione, lavoro e vita indipendente delle madri come dei ragazzi più grandi. http://www.ainkarim.it/

La scuola primaria “Benedetto Lanza” di Campo di Carne fa parte dell’Istituto Comprensivo “Gianni Orzini” (ex Zona Leda), che serve un’ampia area periferica del comune di Aprilia. La popolazione scolastica è costituita prevalentemente da alunni appartenenti a famiglie di immigrazione abbastanza recente di origine italiana, comunitaria ed extracomunitaria, di cui non sempre si rintraccia una presenza nel territorio da più di due o tre generazioni. Alla significativa estensione del territorio di appartenenza in cui vive l’utenza dell’Istituto, corrisponde la mancanza di punti di riferimento e spazi aggregativi, che rende i plessi scolastici il luogo di incontro esclusivo e privilegiato in cui vivere gli apprendimenti, la socialità e la condivisione nel gruppo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA    

Letto2215 volte

Condividi

You must be logged in to post a comment Login