fbpx
HomeArchivio Altre NotizieIl mercato del sabato di Pomezia cambia location

Il mercato del sabato di Pomezia cambia location

Articolo Pubblicato il :

Il mercato del sabato di Pomezia cambia location. A partire dal prossimo 6 febbraio i banchi lasceranno via Orazio per spostarsi tra piazza San Benedetto da Norcia, via Varrone, largo Columella e via Salvo d’Acquisto.

La ricollocazione vuole valorizzare l’identità storica, commerciale e culturale del mercato di Pomezia restituendo al traffico veicolare via Orazio, in modo da aumentare la sicurezza stradale degli incroci più pericolosi. La ricollocazione è stata anche l’occasione per ridisegnare la mappatura delle concessioni, in modo da tener conto di quelle decadute e ottimizzare gli spazi.

“Le nuove collocazioni individuate – ha spiegato la vice Sindaco Simona Morcellini – consentiranno una più efficace organizzazione dei banchi in modo da valorizzare le diverse categorie merceologiche presenti e garantiranno, al contempo, una viabilità più snella e sicura e l’incremento di quasi 100 posti auto nei pressi dell’area mercatale. Il mercato del sabato di Pomezia è un pezzo della quotidianità della città e un importante luogo di lavoro e di riequilibrio economico. Ringraziamo gli operatori del settore per la disponibilità dimostrata”.

“Un risultato storico – ha commentato il Sindaco Adriano Zuccalà – reso possibile grazie alla preziosa sinergia instaurata con gli operatori del settore. Attualmente il mercato del sabato si svolge nel pieno centro cittadino rendendo difficoltosa la viabilità e la mobilità dei residenti; in tanti hanno provato a ricollocare il mercato altrove, ma nessuno è mai riuscito a coniugare le esigenze della Città e quelle degli operatori commerciali, mantenendo l’equilibrio economico anche nei confronti delle attività che si affacciano sul mercato. Noi stiamo portando avanti un percorso di valorizzazione di tutti questi aspetti e la liberazione di via Orazio va finalmente in questa direzione. Un grazie agli uffici comunali per il grande lavoro svolto e agli operatori per la collaborazione”. 

spot_img
ARTICOLI CORRELATI
spot_img

NOTIZIE PIù LETTE