Il Presidente Zingaretti a Latina per sostenere Coletta: “Alleanza plurale e ricca, bisogna guardare avanti”

Archivio Politica  

Pubblicato 14-09-2021 ore 09:37  Aggiornato: 21-09-2021 ore 09:35

A Piazza del Quadrato a Latina, ieri pomeriggio, si è svolto l’incontro tra il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti e il sindaco Damiano Coletta, candidato per il secondo mandato. Hanno introdotto i capilista di “Pd-Psi”, la segretaria comunale del Partito Democratico, Franca Rieti, ed il candidato consigliere Leonardo Majocchi, segretario provinciale dei Giovani Democratici.

“Intorno a Damiano Coletta – ha detto il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti – c’è una alleanza larga, plurale, ricca. La scelta oggi non è soltanto sulla persona, ma sul fatto se Latina debba andare avanti o tornare indietro. E noi vogliamo andare avanti. Quella di Damiano Coletta è una candidatura forte perché è stato un buon sindaco, ha rimesso Latina al centro di un modello di sviluppo, e perché unitaria. Il punto delle comunali a Latina non è soltanto un nome o un progetto, che pure ci sono, ma è qualcosa di più sottile: il rischio di togliere alle persone la speranza che le cose possano andare meglio. Damiano Coletta deve vincere perché c’è chi i problemi li cavalca, e chi li vuole vedere e li risolve, che è molto più difficile. Invece il populismo si ferma alla narrazione del problema e se passa il concetto che tutti sono uguali e non c’è speranza, allora si può ripresentare come se niente fosse anche chi in passato ha governato male e ha distrutto Latina”.

“Il rapporto con il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti – ha dichiarato il sindaco Coletta – è stato sempre di grande apertura, sin dal primo giorno in cui mi sono insediato, in virtù anche del fatto che Latina è la seconda città del Lazio.

Va riconosciuta alla Regione l’opera di risanamento che con il presidente Zingaretti è stata fatta nel campo della sanità facendola uscire dal commissariamento ed esprimo il mio apprezzamento per la gestione della pandemia da Covid-19, quindi i miei complimenti anche all’assessore D’Amato perché i numeri parlano chiaro: il Lazio è stato sempre considerata un modello di gestione nelle fasi dell’emergenza sanitaria.

Relativamente alla sanità, voglio anche sottolineare la stretta collaborazione per presentare insieme un progetto per il Pnrr, che prevede la creazione di un Distretto della salute. Questo progetto, con le future case di comunità e con il nuovo ospedale, metterà Latina al vertice della capacità dell’offerta sanitaria. Proprio qualche giorno fa con l’assessore D’Amato abbiamo fatto dei sopralluoghi per individuare gli spazi idonei alla realizzazione di queste strutture.

Il rapporto si è anche consolidato grazie ad una serie di operazioni a favore della città, come il finanziamento della riqualificazione dello stallino di Piazza del Quadrato, uno degli edifici storici più antichi di Latina, e del Museo della Terra Pontina: circa 10 milioni arriveranno nella nostra città. E poi ancora: nei prossimi giorni firmeremo un protocollo con la Camera di Commercio per l’utilizzo dei locali della ex Step, che saranno dedicati all’open innovation.

L’attenzione e la sensibilità della Regione Lazio verso Latina è cresciuta nel tempo e si è consolidato nel rapporto di coalizione che ci vede intorno agli stessi valori: il bene comune, mettere al centro la persona, non lasciare nessuno indietro.

Auspico poi come ulteriore obiettivo che venga colmato il gap delle infrastrutture, con la bretella Cisterna-Valmontone e il collegamento autostradale con la Roma-Latina. Mi auguro di poter lavorare insieme per migliorare il collegamento con Latina Scalo e la connessione su ferro.

Adesso la sfida riguarda due ere geologiche diverse: il bene comune e la gestione clientelare, la coalizione che mi sostiene, giorno dopo giorno, aumenta la convinzione e la consapevolezza della responsabilità che si ha nei confronti di una comunità che non può tornare indietro.

La presenza di molti giovani anche nella lista del Partito Democratico rappresenta quel rinnovamento che era stato auspicato e per il quale i giovani stessi sono stati determinanti. Latina è una città giovane, conta tanti giovani e con loro deve andare verso il centenario in una prospettiva di grande sviluppo”.

 

“Il PD è un partito che sta cambiando, con tanta umiltà ma anche con tanta responsabilità, perché sa che la sfida è epocale – hanno dichiarato Rieti e Majocchi – Condividiamo le motivazioni che hanno spinto Nicola Zingaretti a sostenere il candidato sindaco Coletta e la progettualità che il candidato sta mettendo in campo per Latina: una città libera, pulita, trasparente e giovane”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA    

Condividi

You must be logged in to post a comment Login