fbpx
HomeArchivio Altre NotizieIl Tribunale di Latina dichiara il fallimento della società Sei di Latina...
spot_img

Il Tribunale di Latina dichiara il fallimento della società Sei di Latina Scalo. La Fim Cisl Latina: “da anni accanto ai lavoratori per tutelarli”.

Articolo Pubblicato il :

Il Tribunale di Latina dichiara il fallimento della società Sei di Latina Scalo. La Fim Cisl Latina: “da anni accanto ai lavoratori per tutelarli. Rammarico, nel depositare istanza di fallimento, ma necessario per poter recuperare le somme  non corrisposte da troppo tempo ai lavoratori”.

Il collegio della sezione fallimentare, nelle persone dei giudici delegati e del presidente Chiaravallotti presso il Tribunale di Latina, ha dichiarato il fallimento della SEI S.p.a., dopo diversi mesi da una istanza già depositata ma non accolta.

La SEI S.p.a ubicata a Latina Scalo ha prodotto  pali e chiavarde per le Ferrovie dello Stato e contava ben 86 dipendenti ante crisi, per poi arrivare a 50.

I lavoratori dipendenti della società SEI S.p.a. quasi tutti iscritti alla sigla sindacale Cisl che li ha rappresentati e tutelati al meglio nel corso degli anni, con le varie procedure che li ha messi in sicurezza nei periodi di arresto o crisi della produzione.

Tramite uno dei legali della Fim-Cisl di Latina, Avv. Chittano, hanno presentato istanza di fallimento contro la SEI S.p.a., precisando l’entità delle somme non pagate dalla società, ormai da diverso tempo.

La Fim – Cisl che segue ormai i dipendenti della SEI S.p.a. da diversi anni, ha cercato e trovato le soluzioni più vantaggiose per i lavoratori della società, tramite accordi con la dirigenza, allo scopo di ottenere la più alta soddisfazione per i lavoratori stessi. La Fim – Cisl è sempre stata accanto ai dipendenti della società sostenendoli nel corso degli anni in ogni aspetto della vita lavorativa all’interno della stessa.

Sacco Mario, Segretario Generale Fim Cisl Latina ha dichiarato: “In questi anni la Cisl e gli stessi lavoratori con impegno  hanno operato nella speranza di poter salvare la società dal fallimento.  Ma la situazione di crisi ormai conclamata, ha portato gli stessi, con molto rammarico, a decidere di depositare istanza di fallimento per poter recuperare le somme a loro dovute e non corrisposte, ormai da troppo tempo”.

spot_img
ARTICOLI CORRELATI

NOTIZIE PIù LETTE