fbpx
HomeArchivio Spettacolo e CulturaIl Trio Chimera questo venerdì ai “Concerti d’autunno” del Campus di Latina.
spot_img

Il Trio Chimera questo venerdì ai “Concerti d’autunno” del Campus di Latina.

Articolo Pubblicato il :

Il Trio Chimera, giovane formazione proveniente dalla Fondazione Stauffer di Cremona, questo venerdì 11 novembre ai “Concerti d’autunno” del Campus di Latina. L’appuntamento è alle 18.00 presso il Circolo  Cittadino di Piazza del Popolo.

È nato solamente un anno fa il Trio Chimera, formato dalla pianista Marta Ceretta, il violinista Stefano Raccagni e il violoncellista Giorgio Lucchini, grazie alla passione di tre giovani musicisti e amici spinti dal desiderio di approfondire il repertorio per trio con pianoforte. Il Campus Internazionale di Musica di Latina è lieto di ospitare per la prima volta nella stagione dei Concerti d’autunno al Circolo Cittadino questa giovane e promettente formazione, nel prossimo concerto di venerdì 11 novembre (ore 18), realizzato in collaborazione con la Fondazione “Walter Stauffer” di Cremona dove il Trio si sta perfezionando con il celebre Quartetto di Cremona.

Nel programma troviamo due Trii molti diversi fra loro per stile e genesi, occasione anche per uno stimolante confronto. Il Trio n. 1 op. 18 di Camille Saint-Saëns, scritto nel 1864, rappresenta il primo importante lavoro di musica da camera del musicista francese all’epoca trentaduenne, che si lascia ispirare dai trii di Schumann e Mendelssohn. Un lavoro, ben presto entrato stabilmente nel repertorio per trio con pianoforte, carico di inventiva melodica, grande lirismo e un tocco di tradizione popolare, con il recupero di temi folcloristici, ascoltati da Saint-Saëns in un suo viaggio nell’Alvernia, nella Francia centrale nel1863.

Tutt’altra gestazione ebbe il Trio n. 2 op. 67 di Dmitrij Shostakovich, compositore che come è noto non ebber apporti sereni con il potere politico in Unione Sovietica, spesso censurato e costretto a umilianti ritrattazioni. Il secondo Trio con pianoforte nasce nel 1944, un periodo particolarmente drammatico della storia sovietica.

Tuttavia a differenza di lavori più complessi, come le opere e le sinfonie, nella musica da camera Shostakovich mantiene una scrittura più ‘raccolta’ e ‘riservata’, senza rinunciare al carattere fortemente comunicativo dello stato d’animo dell’epoca.

Melodie di piacevole musicalità si alternano a un lirismo introspettivo e meditativo, a riprova dell’alta qualità musicale e profondità spirituale che contraddistingue uno dei migliori compositori russi del Novecento.

Il Trio Chimera nasce nel 2021 e nello stesso anno frequenta il Master Specialized in musica da camera presso l’Hochschuleder Kunste di Berna, sotto la guida di Patrick Juedt, e lo Stauffer Center for Strings di Cremona con il Quartetto di Cremona. Si perfeziona inoltre con Pierpaolo Maurizzi, Amiram Ganz, Ivan Rabaglia, Antonio Valentino, Geneviève Strosser, Mark Messenger e Meret Lüthi.

A giugno 2022 il gruppo è invitato alla sessione di Vilnius dell’European Chamber Music Academy (ECMA), suonando nel Palazzo dei Granduchi di Lituania e studiando con AvedisKouyoumdjian, Imke Frank e Johannes Meissl. Nel mese successivo partecipa alla masterclass estiva tenuta da Clive Greensmith presso l’Accademia Chigiana di Siena.

Nel 2021 il Trio è selezionato da Simone Gramaglia per entrare a far parte della rete de Le Dimore del Quartetto. Nel marzo 2022 vince il secondo premio al 26° Concorso cameristico internazionale “G. Rospigliosi”. Lo scorso agosto è premiato come miglior ensemble italiano al 2° Concorso internazionale di musica da camera “Filippo Nicosia” di Faenza, vincendo due concerti per gli Istituti Italiani di Cultura di Barcellona e Addis Abeba, e due per la Gioventù Musicale d’Italia.

Nel 2022 la formazione si esibisce presso la Sala Montanari della Società Letteraria di Verona, per gli Amici della Musica di Verona; al MaMu – Magazzino Musica di Milano; nella Corte di Palazzo Doria-Tursi di Genova, per il festival “Gems à la Paganini”; al Teatro degli Illuminati di Città di Castello, per il 55° Festival delle Nazioni.

PROGRAMMA

LATINA, Circolo Cittadino

Venerdì 11 novembre ore 18

Trio Chimera

Stefano Raccagni, violino

Giorgio Lucchini, violoncello

Marta Ceretta, pianoforte

Camille Saint-Saëns, Trio n.1 op. 18

DmitrijShostakovich, Trio n.2 op. 67

in collaborazione con l’Accademia Walter Stauffer di Cremona

spot_img
ARTICOLI CORRELATI

NOTIZIE PIù LETTE