Indiano investito e ucciso sulla Pontina: spunta un “selfie” prima dell’incidente.

Cronaca  

Pubblicato 20-04-2017 ore 09:59  Aggiornato: 28-04-2017 ore 15:37

Arresto convalidato per il 23enne di Sezze che nel pomeriggio di Pasquetta ha investito ed ucciso sulla Pontina, a Terracina, un 40enne indiano che si trovava in bicicletta. Il giovane, accusato di omicidio stradale, è stato sottoposto ai domiciliari. Intanto, dal suo telefono cellulare, sequestrato dalla Polizia, sarebbe spuntata fuori una foto scattata in auto più o meno all’orario dell’incidente. Il 23enne ieri davanti al giudice si è difeso sostenendo di non essersi accorso di aver investito una persona; credeva di aver urtato un sasso. Per questo si sarebbe allontanato dal luogo dell’incidente. La Polizia lo ha rintracciato, assieme alla sua comitiva di amici, ad alcuni chilometri di distanza dal punto dell’impatto. Dagli accertamenti è venuto fuori che era sotto effetto di alcool.

© RIPRODUZIONE RISERVATA    

Letto 6174  volte

Notizie Correlate

You must be logged in to post a comment Login