La scrittrice Chiara Gamberale questo venerdì al Teatro “Tognazzi” di Velletri: presenta “Il grembo paterno”.

Archivio Spettacolo e Cultura  

Pubblicato 25-11-2021 ore 11:20  Aggiornato: 26-11-2021 ore 18:50

“Velletri Libris”: la scrittrice Chiara Gamberale questo venerdì al Teatro “Tognazzi” di Velletri per presenta il suo libro “Il grembo paterno”, edito da Feltrinelli. L’appuntamento è alle 18.30. L’ingresso è libero ed è necessario il green pass. Si può prenotare telefonando in Libreria Mondadori Bookstore di Velletri.

Nel corso di una notte fatale, che segnerà per sempre il destino di tutti, Adele, abbracciata a Frida, sua figlia, torna come in un sogno al paese di provincia dove è nata, marchiata da un soprannome, Senzaniente, che è pesato sulla sua famiglia perfino dopo che il padre, Rocco, ha sfidato la miseria e conquistato il benessere. La storia fra Adele e Nicola, il pediatra di Frida – l’uomo di cui si è innamorata e con cui l’intesa inizia a vacillare -, s’intreccia allora alla storia di Adele e suo padre, in una spola sempre più serrata fra passato e presente, dove quello che ci è stato tolto quand’eravamo bambini rischia di diventare l’unica misura di quello che chiederemo al mondo.

Mentre nessuno dei personaggi indimenticabili di questo romanzo riesce a tenere stretto quello che è convinto di desiderare, l’intrinseca violenza delle relazioni si mescola alla loro intrinseca dolcezza. E una televisione sempre accesa si prende gioco dello sforzo di tutto di credere alla proprio esistenza. Chiara Gamberale, per scrivere il suo romanzo più ispirato, scende all’origine delle nostre domande sull’amore, in quella terra scoscesa dove abbiamo cominciato a essere la persona che siamo.

Dialogherà con l’autrice Aurora De Marzi. L’ingresso è libero ed è necessario il green pass, oltre alla mascherina, per accedere al Teatro. Si può prenotare telefonando in Libreria.

Al termine dell’incontro è previsto il consueto firma-copie con la degustazione eno-gastronomica gratuita.

© RIPRODUZIONE RISERVATA    

Condividi

You must be logged in to post a comment Login