Lascia un cucciolo nel bagagliaio e se ne va al mare, a San Felice Circeo: lo riduce in fin di via. Denunciato un 40enne.

Archivio Cronaca  

Pubblicato 08-07-2019 ore 18:22  Aggiornato: 15-07-2019 ore 17:57

Lascia un cucciolo nel bagagliaio dell’auto e se ne va al mare, a San Felice Circeo: lo riduce in fin di vita. Un 40enne è stato denunciato per maltrattamenti di animali dai Carabinieri della Compagnia di Terracina per l’episodio avvenuto ieri pomeriggio sul litorale pontino. Il cane, un incrocio maremmano di circa due-tre mesi, è stato tratto in salvo da alcuni cittadini, attirati dai suoi insistenti guaiti.

Sul posto è intervenuto anche il personale veterinario che, dopo aver frantumato il lunotto posteriore della vettura, è riuscito ad estrarre il cucciolo ancora vivo e a ricoverarlo in un locale ambulatorio. Il cane – rimasto in auto per ore – aveva segni  evidenti di ipertermia, le mucose cianotiche, tachicardia e tremori diffusi. La sua temperatura era arrivata a quasi 42 gradi. Ora, fortunatamente, è salvo e verrà adottato da chi l’ha recuperato.

Il referto, nel dettaglio, parla di “evidenti segni di ipertermia e ipossia, mucose cianotiche, dispnea, scialorrea, tachicardia, spasmi muscolari e tremori diffusi, stato comatoso, temperatura corporea pari a 41,8°C”.

 

Questo il post pubblicato oggi  sulla pagina Facebook dell’Associazione Chance for Dogs:

“IL PICCOLO HA RESISTITO ED È SALVO!!! Verrà adottato da chi l’ha recuperato!!

San Felice Circeo . Domenica 7 luglio. Ore 14.15

Un ragazzo entra nel parcheggio di uno stabilimento e sente dei lamenti, inizialmente crede sia un gatto ma poi si accorge che provengono da una macchina, precisamente dal bagagliaio. Si avvisa immediatamente il personale del lido e prontamente il vetro viene spaccato!

Dentro c’era lui, praticamente morto, lasciato chiuso volontariamente con una temperatura di 50 gradi minimo, da una famiglia che si trovava beatamente in spiaggia a divertirsi. La fortuna ha voluto che era presente una veterinaria della zona, che ha prima rianimato il cucciolo e poi portato d’urgenza in clinica! Prognosi di una settimana sperando che si salvi. È stata sporta regolare denuncia ai carabinieri arrivati sul posto. Il piccolo è un incrocio maremmano di 2 mesi, se Dio vuole una volta guarito dovrà esser dimesso e dato in adozione. i terremo aggiornati. Questo tipo di ‘persone’ vanno fermate quindi non voltatevi dall’altra parte e denunciate!”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA    

Letto9853 volte

Condividi

You must be logged in to post a comment Login