HomeArchivio CronacaL'esasperazione ha armato la mano di Sinisi contro "Cavallo"
spot_img

L’esasperazione ha armato la mano di Sinisi contro “Cavallo”

Articolo Pubblicato il :

Sarebbe stata l’esasperazione per una vita ridotta alla miseria a spingere Angelo Sinisi a lanciare una bottiglia incendiaria ad Antonio Di Silvio, detto “Cavallo”. Lo ha riferito il 44enne di Latina al giudice per le indagini preliminari, Giorgia Castriota. Secondo Sinisi, Di Silvio si sarebbe fatto prestare dei soldi, 10-20 euro alla volta mai restituiti. Disperato, con lo sfratto esecutivo, senza denaro, avrebbe messo in atto l’attentato. I fatti, lo ricordiamo, risalgono a mercoledì mattina, quando Sinisi ha bussato alla porta di casa di Antonio Di Silvio, un appartamento al primo piano nel quartiere Nicolosi. Quando Cavallo ha aperto la porta gli è piombata addosso la bottiglia di benzina che lo ha ustionato gravemente.

spot_img
ARTICOLI CORRELATI

NOTIZIE PIù LETTE