Lotta all’illegalità nel trasporto dei braccianti agricoli: operazione della Questura di Latina e della Stradale.

Archivio Cronaca  

Pubblicato 09-08-2018 ore 13:19  Aggiornato: 16-08-2018 ore 13:13

Lotta all’illegalità nel trasporto dei braccianti agricoli: la Questura di Latina, in collaborazione con la Polizia Stradale, ha effettuato questa mattina uno servizio di controllo nel confronti di diversi automezzi adibiti al trasporto di braccianti agricoli presso le aziende agricole del territorio pontino. Le pattuglie sono state distribuite tra i comuni dei Monti Lepini e le zone periferiche di Latina. Sono stati sottoposti a controllo numerosi pulmini, intestati a diverse ditte e cooperative, alcune di Latina e altre di Sezze, dedite alla produzione e alla lavorazione di prodotti ortofrutticoli, ed elevate sanzioni per diverse migliaia di euro.

Contestati anche diversi illeciti: per mancata osservanza dell’utilizzo delle cinture di sicurezza e per il trasporto di un numero di persone superiore a quello indicato sulla carta di circolazione.

In un caso, è stato ritirato il documento di circolazione all’autista di un pulmino che trasportava ben 12 bracciati rumeni ed africani a fronte di una capienza di 9 persone, ed anche perché nel bagagliaio era stata installato un sedile di fortuna per il trasporto di 3/4 passeggeri in numero superiore rispetto alla reale capienza del mezzo.

“La Questura di Latina, atteso come il tema della legalità e del rispetto delle regole assuma un’importanza fondamentale anche nel settore agricolo, che costituisce nel territorio pontino un elemento essenziale di sviluppo dell’economia, in collaborazione con la Polizia Stradale, – si legge nella nota stampa – ha effettuato uno specifico servizio di contrasto coordinato e mirato dello sfruttamento dei lavoratori agricoli attraverso la lotta al caporalato ed allo sfruttamento del lavoro in agricoltura. Come evidenziato anche dai recenti, tragici, fatti di cronaca, uno degli elementi fondamentali del caporalato si realizza attraverso il trasporto e lo smistamento di manodopera nei diversi terreni agricoli.

I servizi di controllo del territorio continueranno nei prossimi giorni, in modo da garantire livelli di sicurezza elevati sulle strade della provincia, con particolare riferimento al trasporto di braccianti agricoli ed allo sfruttamento del lavoro”.

Di seguito si riassumono i dati conseguiti:

Persone identificate: 89

Persone straniere identificate: 15

Veicoli Controllati: 43

Contestazione al Nuovo Codice della Strada: 12

Posti di controllo: 9

© RIPRODUZIONE RISERVATA    

Letto 411  volte

Notizie Correlate

You must be logged in to post a comment Login