Minacce e percosse alla moglie: 36enne di Latina allontanato dalla Polizia dalla casa familiare.

Archivio Cronaca  

Pubblicato 23-03-2019 ore 13:14  Aggiornato: 30-03-2019 ore 12:44

Stanca di subire le minacce, gli scatti d’ira, le percosse e le violenze del marito, si era rifugiata con le sue due figlie in casa del fratello. Lì, in piazza Aldo Moro, a Latina, ieri sera si è presentato proprio il marito, un italiano di 36 anni, per vedere le bambine; quando però ha tentato di allontanarsi verso l’auto con in braccio una delle piccole, è nata una violenta discussione nel corso della quale è intervenuto il fratello della donna. Il 36enne ha iniziato ad aggredire il cognato, un 31enne romeno, con spintoni e ginocchiate, ed anche la moglie. Sul posto è stato richiesto l’intervento della Polizia. Gli agenti della Squadra Volante hanno fermato l’uomo; su ordine del Pm Giancristofaro, nei suoi confronti è stato disposto l’allontanamento urgente dalla casa familiare, con il divieto di avvicinarsi alla moglie.

“In sede di denuncia, – ha spiegato la Polizia – la donna riferiva che la situazione si protraeva già da tempo, e che a causa dei continui soprusi posti in essere dall’uomo, viveva in uno stato di soggezione, manifestando timore e paura per la propria incolumità, e per tale motivo aveva chiesto ospitalità al proprio fratello”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA    

Letto534 volte

Condividi

You must be logged in to post a comment Login