fbpx
HomeArchivio CronacaMorto dopo l'inseguimento sulla via Nettunense, uno degli indagati dal pm. L'avvocato:...
spot_img

Morto dopo l’inseguimento sulla via Nettunense, uno degli indagati dal pm. L’avvocato: “Non ha visto nulla”

Articolo Pubblicato il :

Proseguono le indagini su quanto accaduto ad Aprilia lo scorso fine settimana tra via Guardapasso e la via Nettunense dove poi un cittadino marocchino di 43 anni, Hady Zaitouni, è morto al termine di un inseguimento e di un incidente stradale. Per l’episodio risultano indagati due uomini di 43 e 46 anni accusati di omicidio preterintenzionale. Oggi uno dei due indagati è stato ascoltato dal sostituto procuratore Giuseppe Miliano, l’uomo ha risposto a tutte le domande in un colloquio durato circa un’ora e mezza. Insieme a lui gli avvocati Angelo Palmieri e Federico Savo.

E’ stato l’avvocato Palmieri ha fornire alcuni dettagli alla stampa al posto del suo assistito: “Poteva avvalersi della facoltà di non rispondere, invece ha deciso di parlare con il pm – spiega il legale – non ha visto nulla e non sa nulla di eventuali pugni o altri colpi. Preciso inoltre – dice – che ogni fase dell’episodio è avvenuta in stretto collegamento con i carabinieri. Vi pare che una persona che voglia commettere reato poi chiami i carabinieri? L’inseguimento inoltre – conclude l’avvocato – sarebbe nato perché l’altra auto aveva tentato di investire lui e i suoi vicini di casa, poi l’idea si seguirlo è nata solo per prendere il numero di targa e sarebbero arrivati sul posto dell’incidente a cose fatte”.

spot_img
ARTICOLI CORRELATI

NOTIZIE PIù LETTE